Watching Rathore on the podium inspired me to win Olympic medal: Vijender

Vijender sulla sua ispirazione che lo ha motivato a vincere la medaglia olimpica

Circa 12 anni fa, un giovane pugile di Haryana ha scritto il suo nome nei libri di storia dello sport indiano dopo aver vinto la prima medaglia olimpica del paese nel pugilato. La medaglia di bronzo di Vijender Singh alle Olimpiadi di Pechino del 2008 ha cambiato il volto della boxe indiana e ha ispirato molti a dedicarsi allo sport.

Tuttavia, mentre parlava durante il nascente giocatore di tennis da tavolo indiano Mudit Dani, il live show di blocco in chat online “In The Sportlight”, Vijender ha rivelato come guardare il suo connazionale Rajyavardhan Singh Rathore salire sul podio ai Giochi olimpici del 2004 lo ha ispirato e lo ha reso affamato di metallo. Il tiratore Rathore ha conquistato la prima medaglia olimpica dell’India in una categoria individuale quando ha vinto l’argento ad Atene, dove Vijender era apparso alle sue prime Olimpiadi all’età di 18 anni.

Alex Morton / Getty

Vijender Singh su com’è rappresentare l’India

“È una sensazione incredibile rappresentare il tuo Paese alle Olimpiadi e per me il 2004 è stato molto simile, visto che ero felice e soddisfatto di essere presente lì, assistere alla cerimonia di apertura e guardare i contingenti di altri paesi; ispezionare i villaggi e gustare il cibo e atmosfera. Ma è stato solo quando ho visto la cerimonia della medaglia e ho visto Rajyavardhan Sing Rathore vincere la medaglia d’argento è quando l’impulso di vincere una medaglia ha colpito anche me e la consapevolezza che più che la partecipazione, è vincere la medaglia che conta “, Vijender disse.

“Dopo aver vinto quella medaglia, l’adulazione che ha ricevuto da ogni parte mi ha solo convinto a lavorare di più e poi quattro anni dopo, nonostante una dura qualifica, sono riuscito a vincere quella medaglia e tutto è cambiato per me. Da allora non si è più guardato indietro, ” Ha aggiunto.

Vijender Singh

Turning pro è stato un sogno per Vijender Singh.Reuters

Il 34enne Vijender, diventato professionista nel 2015, spera di riprendere presto l’attività sportiva, che si è fermata a causa della pandemia di COVID-19. Tuttavia, gli piace passare il tempo con i suoi due figli a casa, cosa che normalmente sembra impossibile a causa di un programma intenso.

“Mi piace passare il tempo con i miei figli. Sto guardando serie web, film e ascolto canzoni Punjabi dato che non c’è molto da fare. Spero di tornare sul ring nei prossimi due-tre mesi”, ha detto. la medaglia d’oro dei Giochi asiatici.

Dopo aver avuto un grande successo sul circuito professionale, Vijender punta ora a vincere il titolo mondiale.

READ  Juve-Sarri, gelido addio: ma sui social si smaschera un bianconero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *