Usa, Ashley Biden: "Queste elezioni saranno decise dalle donne" - La Stampa

Usa, Ashley Biden: “Queste elezioni saranno decise dalle donne” – La Stampa

DALLA POSTA A NEW YORK. Ashley Biden non ha dubbi: “Queste elezioni saranno decise dalle donne, vinceremo mio padre”. La sua certezza è radicata nella storia personale di Joe: “Era un padre single quando la sua prima moglie morì con sua figlia in un incidente d’auto. Oltre a sopportare il terribile dolore della perdita, i miei fratelli dovettero crescere da soli. Ha sperimentato il difficoltà che le famiglie normali affrontano ogni giorno, capiscono le loro esigenze, sanno come aiutarle e non le dimenticheranno. Quando entrerà alla Casa Bianca, l’America tornerà ad avere un presidente che si prende cura dei cittadini “.

L’opportunità di ascoltare Ashley è un webinar organizzato da Women for Biden, il braccio della campagna presidenziale che si occupa di programmi per le donne. Nel 2016 Hillary Cinton aveva vinto il voto femminile, prendendo il 54% contro il 42% di Trump, tuttavia l’affluenza alle urne non era stata così alta come previsto e Donald l’aveva battuta tra le donne bianche. Joe deve riguadagnare questi elettrici, che una volta avrebbero votato democratico, se volesse rovesciare il risultato di quattro anni fa. Così Ashley, la figlia nata dal secondo matrimonio di Jill, ha messo a frutto la sua esperienza professionale di assistente sociale per aiutare suo padre a capire cosa vogliono le donne come lei. Insieme al deputato Karen Bass, un possibile candidato alla vice presidenza, ha organizzato una serie di conversazioni per mobilitare i sostenitori. Questa volta parla con il consigliere di padre Karine Jean-Pierre per discutere gli aspetti del programma “Build Back Better” incentrato sulle donne: «Domenica saranno esattamente cento giorni prima del voto, è tempo di agire. Dobbiamo assicurarci che tutti conoscano i dettagli concreti di ciò che mio padre intende fare per le famiglie ».

READ  USA, scoperte 500 app utilizzate per rintracciare i cittadini: c'entra il governo?

Ashley afferma di essere “orgogliosa di questo piano perché riguarda tutti i bisogni delle donne. Viene dall’esperienza personale di mio padre, è sensibile, ma soprattutto efficace, perché garantisce la nostra salute e sicurezza”. La figlia di Biden sottolinea che “la crisi economica causata dalla gestione del fallimento dell’epidemia di Covd ha avuto un impatto più duro su alcuni gruppi di persone, come i genitori che devono lavorare e allo stesso tempo prendersi cura dei propri figli, e forse del loro propri genitori anziani. Joe propone di ricostruire l ‘”economia della cura”, in modo che le famiglie abbiano l’assistenza di cui hanno bisogno e coloro che le forniscono sono trattati con dignità e rispetto, a partire dalla parità salariale. Il periodo da zero a cinque anni è fondamentale per lo sviluppo mentale dei bambini, e quindi quelli che li seguono in questa fase devono essere equiparati agli insegnanti delle scuole elementari ». Allo stesso tempo, tuttavia, i genitori devono essere in grado di sostenere i costi della cura e dell’educazione dei loro figli mentre vanno lavorare: “Pertanto Biden non vuole che una famiglia paghi più del 7% del proprio reddito per questi servizi”. Garantirebbe quindi 3 mesi di “congedo familiare” retribuito, accesso gratuito agli asili nido per i bambini dai 3 ai 4 anni e casa prendersi cura degli anziani. Investirebbe per formare da 3 a 5 milioni di assistenti e insegnanti, di cui 150.000 specializzati nell’assistenza sanitaria per le comunità più povere e 35.000 per il recupero dei tossicodipendenti. Il suo piano sarebbe costato $ 775 miliardi in 10 anni e, per finanziarlo, avrebbe eliminato i tagli alle tasse concessi agli investitori nel settore delle costruzioni che guadagnano più di $ 400.000 all’anno. «A differenza di Trump – conclude Ashley – non avrebbe dimenticato i suoi componenti elettrici dopo la vittoria. Quindi dobbiamo votare per questo. “

READ  USA, scoperte 500 app utilizzate per rintracciare i cittadini: c'entra il governo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *