Udinese-Juve 2-1: De Ligt, Nestorovski e Fofana. La festa dello scudetto è stata rinviata

Udinese-Juve 2-1: De Ligt, Nestorovski e Fofana. La festa dello scudetto è stata rinviata

I bianconeri avanzano con De Ligt, ma i friulani lo capovolgono con Nestorovski e Fofana

La festa dello Scudetto rimandò alla Juventus, che perse 2-1 alla Dacia Arena contro l’Udinese. Niente di grave, il vantaggio (6 punti su Atalanta e 7 su Inter) rimane più che rassicurante e il Tricolore può arrivare battendo la Sampdoria domenica o addirittura sabato se Atalanta e Inter non vincono contro Milan e Genoa.

LA PARTITA

La Juve ha trovato un avversario più che mai in campionato, perché Gotti aveva ancora bisogno di un po ‘di punticino per armare la meritata salvezza. I friulani si sono difesi bene, confermando che, a parte De Paul, il meglio fanno quando devono proteggere e ricominciare, con un grande portiere (Musso) e un gruppo di difensori centrali in quota. Sarri non ha avuto nulla da Bernardeschi e un po ‘da Ronaldo e Dybala, non nella loro serata migliore. Quindi Musso non ha dovuto fare molto, anche perché il diritto dall’esterno di un perfetto De Ligt fino alla ripresa alla fine del primo tempo era illeggibile. Nella seconda metà, la Juve ha confermato che era tutt’altro che imperforabile: guarda la posizione di Alex Sandro sulla croce dell’eccellente Sema. Il brasiliano perde Nestorovski al secondo palo e il macedone pareggia. Sarri inserisce Douglas Costa e Matuidi svogliati, ma non crea più nulla. Infatti, nella ripresa, lo strappo di Fofana fa sembrare De Ligt brutta e mette la sua firma sull’azienda che merita la salvezza.

READ  Trini Lopez sconfitto dal Covid-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *