Trentino, l'orso M49 è fuggito di nuovo dal recinto di Casteller. I silvicoltori l'hanno già identificato - La Stampa

Trentino, l’orso M49 è fuggito di nuovo dal recinto di Casteller. I silvicoltori l’hanno già identificato – La Stampa

Bear M49, ripreso l’ultimo avvistamento diurno: rotola nella neve sul Monte Carega

L’orso M49 è fuggito ancora una volta dal recinto del Casteller Wildlife Center, a sud di Trento, dove è stato imprigionato lo scorso aprile. Lo ha reso noto stamattina il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.

Il plantigrado, conosciuto a livello nazionale con il nome di Papillon, già protagonista di una prima fuga dalla stessa zona l’anno scorso, questa volta non è salito ma durante la notte è riuscito a superare la barriera elettrica e, dopo aver raggiunto recinzione ha strappato la rete elettrosaldata piegando la ringhiera di spessore 12 mm per ottenere un’apertura sufficiente per far scorrere all’esterno. A notare l’incidente è stato il personale di guardia alla recinzione che, nonostante sia accaduto fuori dal campo coperto dalle telecamere, ha notato come il segnale del collare radio a un certo punto è partito dall’esterno della recinzione.

Il Messico, con l’orso dietro di sé, la ragazza resta calma e fa un selfie

“Questa volta, tuttavia, l’animale è dotato di collari radio e crediamo di poterlo localizzare rapidamente”, ha dichiarato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, che ha informato dell’incidente il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. E infatti M49 è già stato localizzato in un’area del Monte Marzola, sopra Trento, che i silvicoltori stanno monitorando.

Segui LaZampa.it su Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui) è Instagram (clicca qui)

READ  Coronavirus, bollettino di oggi 5 agosto: aggiornamento su casi positivi, pazienti ricoverati e guariti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *