Quattro accusati dell'omicidio del rapper nato a Brooklyn, Pop Smoke

Quattro accusati dell’omicidio del rapper nato a Brooklyn, Pop Smoke

Due uomini e due ragazzi sono stati accusati di aver ucciso il rapper di Brooklyn Pop Smoke durante una rapina a Los Angeles a febbraio, secondo quanto riferito da funzionari.

Corey Walker, 19 anni, e Keandre Rodgers, 18 anni, furono colpiti con un conto ciascuno di omicidio e rapina per l’uccisione dell’artista del 19 febbraio, il cui vero nome era Bashar Jackson.

La coppia, che dovrebbe essere incriminata più tardi lunedì, potrebbe essere condannata alla pena di morte se condannata, secondo l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles.

Due ragazzi, 17 e 15 anni, i cui nomi non sono stati rilasciati a causa della loro età, sono stati anche accusati di un conteggio ciascuno per omicidio e rapina in un tribunale minorile, hanno detto le autorità.

I quattro sospetti, con indosso maschere e felpe con cappuccio, presumibilmente irruppero nella casa di Hollywood Hills dove risiedeva Jackson, e gli spararono a morte, secondo le forze dell’ordine.

Il crimine è collegato all’attività della banda, sostengono i pubblici ministeri.

I post sui social media del rapper potrebbero aver portato i suoi assassini a casa sua, secondo il dipartimento di polizia di Los Angeles.

Il ventenne, che proviene da Canarsie, è salito alle stelle con la fama con l’uscita del suo album del 2019 “Meet the Woo”.

Il suo ultimo album, “Shoot For The Stars, Aim For The Moon”, è stato pubblicato postumo all’inizio dello scorso mese, e appena debuttato al n. 1 della classifica degli album di Billboard 200.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *