Perché la famosa tigre d’oro di Assam non è motivo di festa, ma preoccupazione

La tigre d’oro di Assam – Kazi 106-F – è stata fotografata più volte dal 2014.

È probabile che tu abbia già visto l’ormai famosa fotografia della tigre d’oro nel Parco nazionale Kaziranga e nella Riserva della tigre dell’Assam. L’immagine, che è diventata virale sui social media e ha lasciato molti stupiti, mostra una tigre femmina con rara pelliccia dai colori dorati – che secondo gli esperti è una “aberrazione cromatica causata da un gene unico”.

Il grande gatto, notato per la prima volta nel 2014 durante un esercizio di monitoraggio della tigre in tutta l’India, ha “un tono della pelle giallastro più chiaro, strisce nere più strette, regioni addominali e facciali più bianche rispetto a una normale tigre reale del Bengala”, il dottor Firoz Ahmed, il capo della tigre Divisione Ricerca e Conservazione presso l’ONG Aaryanak, ha riferito all’agenzia di stampa PTI.

Un’immagine della tigre d’oro è stata scattata da Mayuresh Hendre e condivisa su Twitter dal funzionario del servizio forestale indiano Parveen Kaswan quattro giorni fa. Da allora ha raccolto ben 17.000 “mi piace” e centinaia di reazioni stupite.

Ma anche se la rara tigre d’oro continua a deliziare i social media, gli esperti del parco non vedono il suo colore dorato come motivo di festa.

Un rapporto dell’esperta di fauna selvatica e ufficiale di ricerca Rabindra Sharma sottolinea che la tigre d’oro di Kaziranga – nota come Kazi 106-F – ottiene la sua colorazione da geni recessivi che si manifestano a causa dell’ibridazione, che si verifica a causa della perdita di habitat.

READ  Virus, negli Stati Uniti ha superato i 5 milioni di casi. Le vittime sono 162mila

“Tuttavia, la scoperta di questo individuo unico non è motivo di celebrazione, ma un’indicazione per noi per iniziare a meditare su una migliore connettività tra popolazioni frammentate di tigri per prevenire uno dei gravi problemi di declino della popolazione, ad esempio la consanguineità”, ha scritto Sharma in ricerca condivisa da Kaziranga National Park e Tiger Reserve su Twitter martedì.

Rabindra Sharma e Kamal Azad hanno sottolineato che le aberrazioni cromatiche non sono molto comuni e
solo pochi sono registrati in natura.

“Il motivo biologico dell’aberrazione cromatica può essere dovuto all’eccessiva consanguineità causata dalla distruzione dell’habitat e dalla perdita di connettività”, ha sottolineato uno degli esperti.

La tigre è stata catturata sulla macchina fotografica più volte dal 2014. Nel 2016, è stata fotografata con un’altra tigre. Ma non si poteva concludere se l’altra tigre fosse il suo cucciolo o il suo compagno a causa della bassa qualità dell’immagine.

Sarà molto interessante scoprire se le sue prole porteranno il suo “gene difettoso”, hanno aggiunto i due esperti.

Fai clic per ulteriori notizie di tendenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *