Nessun incontro di Rahul Gandhi, afferma Sachin Pilot; Appelli al Congresso

Sachin Pilot ha negato qualsiasi mossa per aderire al BJP

Nuova Delhi:

Sachin Pilot, il viceministro 42enne del Rajasthan, ha detto a NDTV questa sera che non ci sono piani per un incontro con Rahul Gandhi questa sera, chiarendo che rimane impassibile nei tentativi del suo partito di creare una riconciliazione con lui . La leadership del partito centrale del Congresso ha cercato di rafforzare l’EQ nel dramma, con fonti vicine a Gandhi affermando che i due “parlano spesso, direttamente … e hanno grande rispetto e affetto reciproco”; il ramo del Rajasthan del partito, tuttavia, era meno lunatico per l’atto rinnegato di Mr Pilot, chiedendo un’azione punitiva.

In serata, fonti del Congresso hanno affermato che i colloqui di Pilot con il BJP continuano. I leader del partito hanno anche chiarito che il sig. Pilot “non è in contatto diretto” con nessuno dei Gandhi. “I colloqui vengono condotti solo attraverso emissari e media”, ha detto un leader.

Stamattina, il rivale e capo del sig. Pilot Ashok Gehlot ha invitato una mischia mediatica per valutare le MLA che si erano radunate a casa sua – una riunione del partito progettata per dimostrare che il sig. Gehlot, in qualità di primo ministro, rimane responsabile di un governo in grado di guadagnare una fiducia votazione.

L’onorevole Pilot afferma che non è vero. Ieri sera, sostenendo il sostegno di 30 delle 107 MLA del Congresso, ha affermato che Gehlot ora guida un governo di minoranza. Il suo annuncio è stato preceduto dal suo arrivo a Delhi da Jaipur e ha reso pubblica la sua determinazione a portare a termine la sua lunga battaglia con Mr Gehlot.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

In vista della riunione del Congresso tenutasi a Jaipur questa mattina, che il signor Pilot ha ignorato, i leader del partito hanno esortato il signor Pilot a riconsiderare la sua posizione, offrendogli “una possibilità di risolvere i problemi in un forum del partito” e un messaggio del capo del partito Sonia Gandhi: “Il nostro le porte sono aperte. “

Nonostante tutte queste chiacchiere, l’incontro degli MLA del Congresso si è concluso con una risoluzione che identifica chiaramente il sig. Pilot come obiettivo – ha chiesto che vengano intraprese “azioni disciplinari rigorose nei confronti di qualsiasi titolare o membro del partito legislativo che si dedica ad attività contro il Il governo del Congresso, il partito o viene coinvolto in qualsiasi cospirazione. “

Il messaggio era diretto: l’onorevole Gehlot non è disposto a rimettere nella scatola le differenze che lo hanno posto in un confronto diretto e apparentemente inconciliabile con il suo vice.

Gehlot afferma che dei 107 MLA del partito, almeno 100 erano con lui oggi. Ma, per ogni evenienza, oggi il Primo Ministro si è trasferito con i suoi MLA in un hotel fuori Jaipur con ordini di ricovero sul posto.

Da quando il Congresso ha preso in carico il Rajasthan a dicembre 2018, i suoi primi due leader nello stato hanno risparmiato con danni crescenti. Il cambiamento sismico di questa settimana arriva dopo che il signor Pilot è stato informato dalla polizia di stato di rispondere alle domande su un presunto tentativo del BJP di far cadere il governo. Poiché la polizia riferisce direttamente al sig. Gehlot, che è anche il ministro degli Interni del Rajasthan, la mossa è stata vista come un grave pregiudizio per l’autorità e il ruolo del sig. Pilot e progettato per umiliarlo. In quello che è visto come un insabbiamento, Gehlot ha affermato che anche lui sarebbe stato interrogato nello stesso caso, ma la falsa equivalenza è accettata da pochi come qualcosa di diverso da quello.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Se il gran numero di partecipanti a casa del signor Gehlot ha innervosito il signor Pilot, non lo sta mostrando. Negando un incontro con Gandhi, ha segnalato che ci vorranno misure concrete e ampie per convincerlo a porre fine alla sua rivolta. Fonti del Congresso che hanno interagito con lui negli ultimi 10 giorni affermano che la sua lista è completata dalla richiesta di diventare Primo Ministro e che questo è il suo terzo tentativo di “colpo di stato” da marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *