NDTV News

Mentre il Coronavirus causa Spike, l’opposizione del Bengala vuole che Mamata Banerjee lasci cadere il portafoglio sanitario

L’ultima volta che il Bengala ha superato i 1.500 in nuovi casi è stato il 12 giugno.

Kolkata:

Nel peggiore picco mai registrato in nuovi casi, il Bengala Occidentale ha segnalato 1.589 nuovi casi nelle ultime 24 ore e, con 20 morti in quel periodo, ha superato il limite di 1.000 nel numero di vite che la pandemia ha reclamato nello stato.

Il picco è arrivato un giorno il Primo Ministro Mamata Banerjee ha citato esperti e ha detto che i numeri potrebbero raggiungere il picco nei prossimi due mesi e istituire un distintivo d’onore per gli impiegati statali che hanno perso la vita nella battaglia di Covid. Finora 12 impiegati governativi sono morti in servizio.

L’ultima volta che il Bengala ha superato i 1.500 in nuovi casi è stato il 12 giugno. Sono stati segnalati 1.560 casi quel giorno, poi un leggero calo a 1.390 ieri e oggi a 1.589 oggi. Il 1 ° luglio, il numero di nuovi casi era 611.

L’unico numero che sta diminuendo è la velocità di scarica. Il 1 ° luglio, il tasso di scarico era del 65,35 per cento. Oggi è sceso al 60,09 per cento. Il tasso di positività al 1 ° luglio è stato del 3,85 per cento. Oggi è il 5,30 per cento.

Non solo numeri, che causano preoccupazione sono gli incidenti di pazienti che devono andare in più ospedali prima del ricovero, i rapporti di persone che muoiono in attesa di ricovero, una carenza di posti letto negli ospedali.

La sinistra e il Congresso dell’opposizione potrebbero sedersi a Dharna davanti all’assemblea statale giovedì per protestare contro la cattiva gestione della crisi di Covid. Il leader del CPM Sujan Chakraborty ha detto che era tempo che Mamata Banerjee nominasse un ministro della salute a tempo pieno. Banerjee detiene il portafoglio sanitario oltre a molti altri.

READ  Juventus, il giorno dopo di Pirlo: risolto il problema dei brevetti. E arriva anche la benedizione di Conte

“Persone spaventate … Hanno paura del coronavirus ma hanno più paura della cattiva gestione. Si chiedono se catturano l’infezione, saranno in grado di fare un test, ottenere il ricovero in ospedale? Non ne sono sicuri. Il capo il ministro sta facendo tutto ciò che le piace. È tempo che il Bengala Occidentale abbia un ministro della salute a tempo pieno e alla gente venga detto cosa di base dove andare per un test “, ha detto Chakraborty.

Dilip Ghosh di BJP ha deriso l’annuncio del primo ministro di un risarcimento lakh di Rs 10 per gli impiegati statali che hanno perso la vita a causa di COVID-19. “Come pagherà il risarcimento per le persone che sono morte ma i cui corpi sono svaniti”, ha chiesto Ghosh.

“Inutilmente non fare politica per il gusto di farlo. Non fare politica sporca. Questo non è il momento della politica sporca”, ha detto oggi Banerjee. Era anche critica nei confronti dei media, dicendo: “Alcune persone siedono e discutono all’infinito, perché nessun letto, perché nessun test, persone che muoiono. Perché negativo ovunque? Nessun altro stato ce l’ha. Solo perché abbiamo molta democrazia, questo sta accadendo. Devi capire. Ognuno deve vigilare e fare il proprio dovere. Non pubblichiamo avvisi sui media o chiudiamo i cancelli … ma non facciamo panico “, ha detto.

Il primo ministro ha detto: “Condivideremo alcuni numeri di telefono in cui le persone possono scoprire dove possono testare, dove possono andare per l’ammissione. Tutti dovranno aiutare. Questo non è solo il lavoro del governo o l’infermiera o la guerra dei dottori. Tutti deve combattere la battaglia “.

READ  Juventus, il giorno dopo di Pirlo: risolto il problema dei brevetti. E arriva anche la benedizione di Conte

“Gli esperti affermano che tra due mesi raggiungerà il picco. I numeri aumentano ovunque. Calcutta è molto congestionata. L’Uttar Pradesh è un grande stato, quindi il Bengala. Anche il Maharashtra. Andhra è stato diviso. Il Bengala è un grande stato. Vogliamo la cooperazione di tutto “, ha aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *