Oxygen beds, ventilators in abundance but no doctors: Bengaluru doctor appeals for help in viral video

Letti a ossigeno, ventilatori in abbondanza ma niente dottori: il dottore di Bengaluru chiede aiuto nel video virale

Taha Mateen, medico di Bengaluru, si è rivolta all’ICU dell’ospedale HBS di Shivajinagar.

Nella lotta contro la nuova pandemia di coronavirus, migliaia di medici, infermieri e altri professionisti sanitari stanno lavorando 24 ore su 24 per curare i pazienti che sono stati infettati dal virus mortale.

Oltre a dover affrontare condizioni estenuanti e lunghe ore di lavoro, i guerrieri in prima linea soffrono di più poiché affrontano maggiori rischi di essere infettati dal virus stesso. Il coronavirus ha ora infettato oltre 11.435.590 e ucciso 534.526 persone in tutto il mondo.

Tra le crescenti preoccupazioni di Covid-19, il personale medico in tutta l’India ha riferito di attrezzature mediche insufficienti per curare le persone infette dal virus. Tuttavia, c’è un ospedale a Bengaluru che ha molti letti, letti a ossigeno, ventilatori e tutte le altre attrezzature, ma nessun medico.

Il medico di Bengaluru fa appello ad altri medici per unirsi a lui

In un video virale che ha fatto il giro di Internet, un medico di Bengaluru ha fatto un intenso appello ai suoi colleghi medici per unirsi a lui e al suo collega per curare i pazienti con coronavirus presso l’ospedale HBS di Shivajinagar.

La didascalia del video legge: Sono richiesti medici e personale infermieristico. Contattare IMMEDIATAMENTE il dott. Shariq 9986024862.

Il video che è stato visto più di 5.000 volte dice: “Parlo dal reparto di terapia intensiva dell’ospedale HBS. È stato un bagno di sangue virtuale. Sono arrivato questa mattina alle 7:30 del mattino e sono le 12 di mezzanotte in questo momento. I pazienti mi chiamano continuamente perché i loro padri sono senza fiato, i loro fratelli sono senza fiato e non riescono a trovare una stanza a Bengaluru e in questo momento se mi vedi, c’è un signor Shiva qui e me. Non c’è nessun altro medico disposto a lavorare in questo ospedale. Ho letti, ho letti a ossigeno, ho ventilatori, ho tutto, ho tutte le attrezzature. Ho altri 30 letti come questo ma non ho medici che lavorano qui. Li trovo tutti su WhatsApp Ho bisogno di 6 ore di tempo in un giorno. Per favore, questa è la mia fervida richiesta. Questo è il momento di dimostrare che ci importa. A volte l’esercito è in prima linea, a volte i vigili del fuoco sono in prima linea, a volte la polizia è in prima linea. Proprio ora, io e i miei colleghi dottori, siamo in prima linea, lasciateci dobbiamo che ci prendiamo cura dell’umanità qui. Questo è qualcuno, madre, il padre di qualcuno, il fratello di qualcuno. Aiuteremo, ci alzeremo? Dimostriamo che ci importa ….. lavoriamo per questo momento “afferma il dott. Taha Mateen nel video con le mani conserte.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Dai un’occhiata al video qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *