Maldives

Le Maldive allentano le restrizioni di blocco su viaggi, preghiere

Il Ministero del Turismo ha pubblicato linee guida per garantire la salute e la sicurezza di tutte le parti interessate.Giulio Di Sturco / Getty Images

Le restrizioni al blocco dei viaggi e delle preghiere della congregazione sono state alleggerite mercoledì alle Maldive mentre la nazione insulare si sposta verso una “nuova normalità” post-COVID-19.

A partire da mercoledì pomeriggio, le preghiere della congregazione nelle moschee nella grande regione maschile sono state autorizzate per la prima volta da quando sono state bandite il 18 marzo per contenere un gran numero di infezioni in città, riferisce l’agenzia di stampa Xinhua.

Le moschee nella regione furono chiuse dal Ministero degli Affari Islamici il 15 aprile e riaperte il 15 giugno.

Le moschee nella regione furono chiuse dal Ministero degli Affari Islamici il 15 aprile e riaperte il 15 giugno.

Compagnia di bandiera, le Maldive riprenderanno i voli domestici mercoledì dopo che i voli sono stati sospesi con l’imposizione di un blocco ad aprile.

I passeggeri devono ottenere i permessi rilasciati dall’Agenzia per la protezione della salute (HPA) prima di imbarcarsi.

Le persone in partenza da Malé, epicentro dell’epidemia locale, devono sottoporsi alla quarantena domestica per 14 giorni prima di volare.

La società di trasporto statale delle Maldive (MTCC) ha annunciato che i servizi di traghetto tra le isole di Male, Villimale, Hulhumale, Thilafushi e Gulhifalhu riprenderanno il programma di pre-lockdown a partire da mercoledì.

I servizi di traghetto sono stati sospesi il 15 aprile e ripresi con un nuovo programma il 28 maggio.

Le Maldive hanno in programma di riaprire gradualmente i propri confini al turismo entro la fine del mese, con i visitatori autorizzati a soggiornare in resort sulle isole disabitate a partire dal 15 luglio e sulle isole abitate a partire dal 1 agosto.

Il Ministero del Turismo ha pubblicato linee guida per garantire la salute e la sicurezza di tutte le parti interessate.

Nel frattempo, un’emergenza dello stato di sanità pubblica che conferisce al direttore generale della sanità pubblica il potere speciale di isolare o mettere in quarantena le persone è stata prorogata fino al 14 luglio a seguito di una circolare del Ministero della sanità.

Il blocco è stato imposto per la prima volta nella grande regione di Male a seguito del rilevamento della trasmissione comunitaria di COVID-19 nella capitale Male il 15 aprile.

Le Maldive hanno 2.361 casi confermati di COVID-19, 1.927 recuperi e nove morti.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *