Le entrate fiscali di giugno a New York sono diminuite di $ 1,5 miliardi dallo scorso anno

Le entrate fiscali di giugno a New York sono diminuite di $ 1,5 miliardi dallo scorso anno

Le entrate fiscali statali sono crollate di $ 1,5 miliardi, ovvero del 17,3%, a giugno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso in cui New York continua a soffrire della pandemia di coronavirus, secondo un nuovo rapporto.

“Mentre i passi verso una riapertura economica continuano, le entrate fiscali statali rimangono molto al di sotto dei livelli pre-pandemici”, ha detto il controllore statale Tom DiNapoli nel pubblicare le statistiche giovedì.

“Attualmente, la spesa pubblica è ben al di sotto delle proiezioni, poiché la divisione del bilancio trattiene alcuni pagamenti in risposta all’incertezza fiscale. Tutti gli occhi sono su Washington. New York e le sue località hanno molto bisogno di più aiuti federali per rispondere pienamente alla crisi COVID-19 “.

Le entrate fiscali di giugno sono risultate inferiori di $ 475 milioni alle proiezioni delle proiezioni dell’ufficio del budget del Governatore Andrew Cuomo con carenze di reddito personale, consumi e tasse commerciali, secondo il rapporto.

Le minori entrate fiscali sono parzialmente oscurate dal fatto che la scadenza per presentare le dichiarazioni dei redditi è stata rinviata da aprile al 15 luglio a causa della pandemia.

Tuttavia, anche altre entrate fiscali derivanti dall’attività economica sono affondate.

Ad esempio, le tasse sui consumi sono diminuite di $ 1,1 miliardi nei primi tre mesi dell’anno fiscale, da $ 4,4 miliardi dal 1 ° aprile al 30 giugno 2019 a $ 3,3 miliardi quest’anno.

Anche le altre entrate fiscali delle imprese sono diminuite di $ 700 milioni, passando da $ 2,2 miliardi a $ 1,5 miliardi.

L’impatto della chiusura innescata dalla crisi della salute pubblica COVID-19 è stato evidente quando 2 milioni di newyorkesi sono diventati senza lavoro.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

A giugno, i pagamenti dell’assicurazione di disoccupazione sono ammontati a quasi $ 13,5 miliardi, rispetto ai soli $ 135,6 milioni dell’anno precedente.

Lo stato ha ricevuto un massiccio balzo degli aiuti federali, in gran parte finanziamenti di emergenza per far fronte alla pandemia. I finanziamenti federali a New York sono aumentati di $ 5 miliardi, da $ 17 a $ 22 miliardi nel primo trimestre rispetto a un anno fa.

Una persona cammina davanti a un negozio chiuso sul lungomare di Coney Island il 1 ° luglio 2020 a New York City.
Una persona cammina davanti a un negozio chiuso sul lungomare di Coney Island il 1 ° luglio 2020 a New York City.AFP via Getty Images

DiNapoli ha osservato che l’amministrazione Cuomo ha ridotto la spesa prevista di $ 6,3 miliardi per il primo trimestre.

I funzionari di New York sono in attesa di vedere se il presidente Trump e il Congresso escogiteranno un pacchetto di salvataggio per fornire aiuti allo Stato a corto di liquidità e ai governi locali la cui base imponibile è stata decimata dalla pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *