NDTV News

La lettera aperta dei milionari ai governi di Covid

L’Arabia Saudita ha aumentato l’imposta sulle vendite per compensare le ripercussioni del virus (rappresentativo)

Londra:

Più di 80 milionari lunedì hanno esortato i governi di tutto il mondo a tassare i super ricchi molto di più per aiutare a finanziare la ripresa globale dall’epidemia di coronavirus.

In una lettera aperta, il gruppo, definendosi “milionari per l’umanità”, ha affermato che dovrebbero essere tassati più in alto, “immediatamente, sostanzialmente, permanentemente”.

Firmatari, tra cui il co-fondatore di Ben e Jerry Jerry Greenfield, lo sceneggiatore Richard Curtis e il regista Abigail Disney.

Hanno firmato anche l’imprenditore statunitense Sidney Topol e il rivenditore neozelandese Stephen Tindall.

“Mentre COVID-19 colpisce il mondo, milionari come noi hanno un ruolo fondamentale nella guarigione del nostro mondo”, si legge nella lettera.

“No, non siamo noi a prenderci cura dei malati nei reparti di terapia intensiva.

“Non stiamo guidando le ambulanze che porteranno i malati negli ospedali. Non stiamo rifornendo gli scaffali dei negozi di alimentari o consegnando cibo porta a porta.

“Ma abbiamo soldi, molti. Soldi che sono disperatamente necessari adesso e continueranno a essere necessari negli anni a venire, mentre il nostro mondo si riprende da questa crisi.”

La lettera è stata pubblicata prima della prossima riunione dei ministri delle finanze del G20.

Mentre i paesi si affrettano a rispondere all’impatto economico della pandemia globale, alcuni hanno già messo in discussione l’introduzione di tasse più elevate.

Nel Regno Unito, il think-tank dell’Institute of Fiscal Studies ha affermato che tasse più elevate sono inevitabili per molti, non solo per i super ricchi.

All’inizio di questo mese, il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha dichiarato che il suo governo potrebbe introdurre tasse più elevate e che anche la Russia prenderà di mira i redditi più alti.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

L’Arabia Saudita ha aumentato le imposte sulle vendite per compensare le ripercussioni del virus e un crollo dei prezzi del petrolio.

La lettera “Millionaires for Humanity” era una collaborazione tra gruppi tra cui Oxfam, Tax Justice UK e Patriotic Millionaires di individui statunitensi di alto valore netto.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *