“Jats Lack Brains, Can’t Match Bengalis”, afferma il Primo Ministro di Tripura

Il primo ministro di Tripura, Biplab Deb, ha fatto commenti scioccanti su Jats e Bengalis

Nuova Delhi:

Il primo ministro di Tripura, Biplab Deb, si è espresso in una polemica dopo scioccanti commenti che hanno dipinto caricature stereotipate di Haryana’s Jats e Bengalis.

“Haryana ha molti Jats. I Jats di Haryana mancano di cervello ma sono muscolosi. Non possono eguagliare i bengalesi nei cervelli. I bengalesi sono conosciuti in tutta l’India per essere intelligenti”, ha dichiarato Deb.

Un video di 50 secondi del discorso del Primo Ministro è stato pubblicato online dal portavoce del Congresso Randeep Singh Surjewala, che ha descritto i commenti come indicativi di “mentalità del BJP”.

“Vergognoso e sfortunato. Il Primo Ministro del BJP, Tripura, Biplab Dev ha insultato i fratelli Sikh del Punjab e la comunità Jat di Haryana, definendoli” spensierati “,” ha twittato Surjewala.

“Questa è la giusta mentalità del BJP. Perché sono Khattarji e Dushyant Chautala ciup (silenzioso)? “chiese, riferendosi al Primo Ministro Haryana e al suo vice.

“Dove sono Modiji e Naddaji (il presidente del BJP)? Apolgise, agisci “, ha aggiunto.

Deb ha una propensione a rilasciare dichiarazioni controverse e stimolanti.

Nel novembre dello scorso anno sostenne che i Mughal intendevano distruggere le meraviglie culturali dello stato di Tripura “bombardando” la sua arte e architettura.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

L’anno precedente Deb ha affermato che la comunicazione via Internet e via satellite esisteva ai tempi del Mahabharata. “Gli europei e gli americani possono affermare che è loro, ma in realtà è la nostra tecnologia”, ha dichiarato.

Anche nel 2018 Deb ha affermato che i livelli di ossigeno nei corpi idrici “aumentano” automaticamente se le anatre nuotano in loro e che voleva distribuire anatre tra gli abitanti del villaggio per dare impulso all’economia rurale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *