Il mistero dello scienziato cinese in fuga dall'FBI: "Nasconde nel consolato di San Francisco"

Il mistero dello scienziato cinese in fuga dall’FBI: “Nasconde nel consolato di San Francisco”

WASHINGTON – Un altro motivo di tensione tra gli Stati Uniti e la Cina dopo il chiusura dell’ufficio diplomatico a Houston. Un ricercatore cinese sarebbe entrato negli Stati Uniti con un visto falso negando i legami, che secondo gli americani ha, con l’esercito di Pechino. Interrogato dall’FBI il 20 giugno e accusato il 26, Tang Juan negò tutto e scomparve, probabilmente rifugiandosi nel consolato di San Francisco.

Secondo i federali, le affermazioni della biologa secondo cui non appartiene all’esercito cinese sono state smentite dalle foto che la mostrano vestita da cadetto dell’esercito popolare. Tang “ha negato di aver militato nell’esercito” spiegando che l’uniforme era obbligatoria nella sua università perché era una scuola militare.

La storia fa parte di un’indagine più ampia da parte dei pubblici ministeri federali su un programma condotto dai militari cinesi, attraverso le loro università e centri di ricerca, “per inviare scienziati militari negli Stati Uniti sotto falsa copertura”. “Vi sono prove che in almeno un caso uno scienziato ha copiato o rubato informazioni dalle istituzioni americane su ordini diretti da parte di superiori militari in Cina”, affermano i pubblici ministeri. Xi Wang è stato arrestato all’aeroporto di Los Angeles il mese scorso mentre cercava di tornare in Cina. Anche lui è stato accusato di aver frodato le autorità nella richiesta di un visto. Il ministero degli Esteri cinese ha definito l’arresto di Wang, specializzato nella ricerca sulle malattie cardiovascolari, “una palese persecuzione politica”.

Pechino ha promesso vendetta per l’arresto di Houston mercoledì, voluto da Washington il giorno dopo che la giustizia americana ha accusato due hacker cinesi di aver fatto irruzione nelle reti aziendali di tutto il mondo. Su Twitter il senatore repubblicano Marco Rubio, presidente della commissione di intelligence del Senato, ha affermato che il consolato di Houston era un “nodo centrale della vasta rete di spie del Partito Comunista”.

READ  Lo stipendio di 12mila euro non basta: cinque deputati hanno preso il bonus di 600 euro. "Tre leghisti, un M5, un Renziano". Fico: "Restituiscili". Di Maio: "Escono e si dimettono"

“Gli Stati Uniti stanno supervisionando, molestando e reprimendo studenti e ricercatori cinesi negli Stati Uniti imponendo loro una colpa, che è una persecuzione politica che viola gravemente gli interessi dei cittadini cinesi”. Quindi la risposta di Pechino alla caccia di Tang.

# messaggio-abbonamento{background-color:# f1f1f1;imbottitura:48px 16px;blocco di visualizzazione;margine:32px 0 16px;bordo superiore:2px solido # f3bb02;bordo inferiore:2px solido # f3bb02;posizione:relativa}# abbonamento-messaggio p{font-family:georgia;stile carattere:corsivo;dimensione carattere:24px;altezza della linea:30px;colore:# 3c3c3c;margine inferiore:8px}.subscription-message_author{font-family:side;trasformazione del testo:maiuscolo;dimensione carattere:14px;text-align:right;blocco di visualizzazione;margine inferiore:32 px;margine destro:16px;font-weight:grassetto}# messaggio-abbonamento a{display:block;larghezza:210px;imbottitura:8px;colore:#fff;bordo inferiore:nessuno;colore di sfondo:# e84142;text-align:center;margine:0 auto;bordo-raggio:3px;famiglia di caratteri:side,sans-serif;dimensione carattere:17px;altezza della linea:24px;-webkit-box-shadow:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6);–moz-box-shadow:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6);box-shadow:0 0 20px 0 rgba (0,0,0,0,6)}# messaggio-abbonamento a:hover{background-color:# db1b1c;bordo inferiore:nessuno;-webkit-box-shadow:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6);-moz-box-shadow:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6);box-shadow:0 0 0 0 rgba (0,0,0,0,6)}

Non siamo una parte, non cerchiamo il consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma siamo in piedi grazie ai lettori che ci acquistano in edicola ogni mattina, guardano il nostro sito Web o si iscrivono a Rep:.
Se sei interessato a continuare ad ascoltare un’altra campana, forse imperfetta e alcuni giorni irritante, continua a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Iscriviti a Repubblica

->

->

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *