Il messaggio pubblico confuso sul coronavirus non è solo confuso. È dannoso

Il messaggio pubblico confuso sul coronavirus non è solo confuso. È dannoso

Ma un certo numero di esperti di scienze della comunicazione e del comportamento affermano che l’OMS non è assolutamente sola nel confondere parte della sua comunicazione sulla pandemia.

Mercoledì scorso, il suo segretario alla salute Matt Hancock ha faticato a spiegare perché il governo ora sta dicendo alla gente di indossare maschere nei negozi, ma non in altri spazi interni, come pub e uffici.

Negli Stati Uniti, la guida su ciò che è e non è sicuro varia da stato a stato e da città a città.

L’incertezza

Questo messaggio confuso è un grosso problema.

Il romanzo coronavirus si diffonde quando le persone interagiscono tra loro, quindi una guida chiara e coerente su come comportarsi è cruciale e gli esperti dicono che la confusione su cosa fare – e cosa non fare – è un grave problema che potrebbe causare danni reali.

Poiché il virus è nuovo di zecca, alcune incertezze sono inevitabili. E la consulenza potrebbe dover cambiare nel tempo.

“I cambiamenti possono portare alla confusione, o addirittura all’accusa che gli esperti non sappiano di cosa stanno parlando”, ha detto l’esperto di comunicazione di crisi Peter M. Sandman in una e-mail.

Le maschere ne sono un buon esempio.

All’inizio della pandemia, c’erano serie preoccupazioni carenza di dispositivi di protezione per operatori sanitari in prima linea. Alcuni professionisti medici si sono anche preoccupati del fatto che le maschere possano dare alle persone un falso senso di sicurezza e impedire loro di seguire le linee guida sul distanziamento sociale.

Ecco perché alcuni enti di sanità pubblica, tra cui l’OMS e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, inizialmente hanno affermato che le persone sane non dovrebbero indossare maschere.

Il dottor Jerome Adams, chirurgo americano, arrivò addirittura a dire che erano le maschere “Non efficace nell’impedire al pubblico di catturare il coronavirus. ”
CHI ha avuto un tono simile. “Non ci sono prove specifiche che suggeriscano che indossare maschere da parte della popolazione di massa abbia qualche potenziale beneficio”, ha dichiarato il dott. Mike Ryan, direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell’OMS, detto a marzo.
Ma Sandman indica prove dai primi di febbraio che suggeriscono che le persone infette che non mi sentivo molto male stavano trasmettendo il virus mentre procedevano nella vita quotidiana in luoghi pubblici. A quel tempo, disse, alcuni esperti “almeno sospettavano, anche se non potevano proprio dire di” conoscerlo “con piena fiducia basata sull’evidenza”, che le maschere potevano aiutare a rallentare la diffusione. “Non avevano certamente alcuna base di prova per affermare di sapere che non era il caso, ed è quello che hanno affermato”, ha aggiunto Sandman.
Mentre il mondo imparava di più su come il virus veniva trasmesso, le autorità sanitarie e i governi furono costretti a cambiare la loro guida. All’inizio di questa settimana, il CDC ha detto ufficialmente alla gente di indossare le maschere. Ma questo infradito ha indotto alcune persone a mettere in dubbio la validità dei loro nuovi consigli. Lo stesso Adams ha riconosciuto che lo era “molto difficile” per correggere il messaggio.

Ci sono strategie che i leader possono impiegare per minimizzare il problema, ha affermato Sandman, ad esempio prevedendo che potrebbero essere necessari alcuni cambiamenti man mano che emergono ulteriori prove.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Riconoscere l’ignoto è una parte fondamentale della comunicazione di successo in una crisi.

“Un messaggio coerente a volte viene interpretato erroneamente come:” Facciamo una dichiarazione in grassetto in un modo o nell’altro: indossare maschere, non indossare maschere “. Ma a volte quel messaggio è: “Non abbiamo tutte le informazioni”, ha dichiarato Heidi Tworek, esperto di comunicazione sanitaria e assistente alla University of British Columbia.

Ciò che la maschera di Trump non può nascondere

Tworek ha spiegato che spiegare la logica alla base del messaggio iniziale sulla maschera avrebbe impedito questa confusione.

“A Taiwan, la campagna in sostanza diceva: ‘Salva il [medical grade] maschere per gli operatori sanitari. ” … Quindi puoi avere un messaggio coerente che dice: “Le maschere sono importanti e in questo momento sono più importanti per gli operatori sanitari e stiamo ancora valutando se sono efficaci contro questa malattia” “, ha detto.

Shane Timmons, un ricercatore di scienze comportamentali presso l’Istituto di ricerca economica e sociale di Dublino, ha affermato che a volte c’era una riluttanza tra esperti e politici a evidenziare qualsiasi incertezza, per paura di minare la loro esperienza.

“Ma ciò che l’evidenza suggerisce in realtà, è che le persone sono molto disposte ad accettare l’incertezza quando è specificato in termini chiari. Quindi, se dici: ‘Queste sono le cose che sappiamo, queste sono le cose che non sappiamo, ecco come proveremo a capirlo, “la gente lo prenderà in considerazione”.

Sembrare troppo fiducioso, ha detto Sandman, è “un peccato di comunicazione di crisi”.

Il fatto che l’orientamento possa cambiare man mano che emergono ulteriori prove non è una novità nei circoli accademici.

“Ciò che lo rende molto stimolante è che le cose che di solito accadono nelle riviste e all’interno di piccoli circoli di scienziati e funzionari della sanità pubblica – i soliti avanti e indietro – ora stanno suonando di fronte a un pubblico globale”, ha detto Tworek.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Nonostante sia il principale ente sanitario mondiale, l’OMS è un’organizzazione relativamente piccola con un budget limitato. In tempi più “normali”, si rivolge principalmente a un pubblico esperto. “I suoi briefing di solito non sono rivolti a così tante persone, e questo crea un ambiente di comunicazione molto diverso”, ha spiegato Tworek.

La confusione attorno al messaggio sulle maschere ha causato enormi disparità tra i paesi nella volontà delle persone di indossarle – anche se gli esperti di tutto il mondo concordano ora sul fatto che i rivestimenti per il viso possono aiutare a fermare la diffusione del virus.

Un influente modello americano suggerisce che se il 95% degli americani indossava maschere per il viso in pubblico, lo è potrebbe prevenire 33.000 morti entro il 1 ottobre.

Perché stiamo facendo quello che stiamo facendo?

Ma anche la guida più semplice non funzionerà se le persone mettono in discussione la sua logica.

“Quando la gente capisce perché gli viene chiesto di fare le cose, è molto più probabile che lo facciano”, ha dichiarato Susan Michie, professore di psicologia della salute e direttore del Center for Behaviour all’University College di Londra.

Indica la guida “non toccarti il ​​viso” e “lavati le mani” come esempio.

“Si tratta di impedire al virus che potrebbe essere sulle tue dita di entrare nel tuo corpo, attraverso il naso, la bocca o gli occhi … una volta che le persone si rendono conto che è così che il virus entra nel corpo, quindi gli occhi non toccanti, il naso e la bocca ha molto senso per le persone “.

Gli Stati Uniti hanno molto da imparare dalla lotta Covid di Taiwan

Uno dei maggiori problemi che i politici devono affrontare quando comunicano i rischi di questa pandemia è quello che gli economisti comportamentali chiamano il problema dell’azione collettiva.

Per la maggior parte delle persone, il rischio di morte a causa di Covid-19 è piuttosto ridotto. Ma affinché la pandemia finisca, tutti – anche quelli che non sono considerati a rischio – devono fare sacrifici.

“La messaggistica chiara è uno dei fattori chiave nel determinare se le persone sono disposte a collaborare”, ha affermato Timmons.

Potrebbero esserci diverse motivazioni. Nel Regno Unito, il governo ha parlato della necessità di proteggere il servizio sanitario nazionale e salva vite. In Irlanda, il messaggio era incentrato sulla cura reciproca. In alcune parti degli Stati Uniti, è tutto impedendo un altro arresto.

Conducendo per esempio

Riconoscere l’ignoto, fornire una guida coerente e “spiegare il perché” sono gli ingredienti chiave della strategia di comunicazione di crisi di successo. Ma non finisce qui.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

“Riguarda la coerenza tra ciò che dici e ciò che fai. E questo è uno dei problemi … da un lato, la gente sta dicendo ‘Oh, è ancora una situazione rischiosa, stai molto attento” e dall’altro , stanno aprendo pub “, ha detto Michie.

Ha detto che i funzionari della sanità pubblica e i governi devono migliorare nell’unire i punti e fornire alle persone una strategia su come affrontare la situazione.

“Pensa a come sicurezza stradale – ad esempio, dobbiamo fare la nostra valutazione del rischio quando attraversiamo la strada”, ha detto Michie. “Attraversiamo sempre la strada solo al semaforo o su strisce pedonali, o occasionalmente la attraversiamo altrove? Se lo facciamo, probabilmente consideriamo diverse cose, come la distanza delle macchine, la velocità con cui viaggiano , le strade sono bagnate, quanto sono agile? “

Un modo per aiutare le persone a prendere decisioni sarebbe un semplice calcolatore del rischio di coronavirus che consente agli utenti di inserire informazioni su se stessi al fine di determinare quale livello di pericolo si trovano ad affrontare e quali situazioni evitare, ha aggiunto.

Fondamentalmente, disse Michie, coloro che detengono l’autorità devono dare l’esempio e seguire le proprie regole.

In caso contrario, si rischia di confondere ulteriormente il messaggio, come si è visto negli Stati Uniti, dove il presidente Donald Trump dura da mesi rifiuto di indossare una maschera ha contribuito a far diventare la questione un dibattito politico, piuttosto che una questione di fatto.
Michie cita l’esempio di politici nel Regno Unito che “stanno dicendo che devi indossare [a mask] quando sei su un autobus, ma non abbiamo bisogno di indossarlo quando siamo tutti schiacciati insieme in uno spazio interno nella Camera dei Comuni … il Dominic Cummings [trip] era l’apice di questo “, ha detto, riferendosi a un controverso viaggio in auto di 260 miglia compiuto dal consigliere capo di Boris Johnson al culmine del blocco.” Minando il tuo messaggio dicendo “va bene per le persone disobbedire alle regole se stanno noi piuttosto che te. “”

Neanche le fotografie del capo del tesoro britannico senza maschera Rishi Sunak che consegnavano pasti in un ristorante di recente riapertura – poche ore dopo che il suo governo aveva detto ai ristoranti di assicurarsi che il loro personale indossasse protezione – non andavano bene.

Anche la guida più chiara non colpirà mai a casa se quelli in alto continuano a ignorarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *