NDTV News

Il governo degli Stati Uniti salva l’ordine di negare il visto agli studenti stranieri

“Il governo ha accettato di revocare” la decisione: giudice (rappresentativo)

New York:

Il governo degli Stati Uniti ha annullato la sua controversa decisione di revocare i visti per studenti stranieri i cui corsi si spostano online a causa del coronavirus, ha dichiarato martedì un giudice federale.

Le università di Harvard e del MIT, con il sostegno di un certo numero di altre istituzioni, avevano intrapreso un’azione legale contro la mossa annunciata dagli Stati Uniti dall’immigrazione e dalle autorità doganali (ICE) il 6 luglio.

“Il governo ha acconsentito a revocare” la decisione e l’eventuale attuazione della direttiva, ha dichiarato il giudice Allison Burroughs in una breve udienza.

All’inizio di questo mese, Harvard e il MIT avevano chiesto alla corte di bloccare l’ordine annunciato dall’ICE che gli studenti dovevano lasciare il paese se le loro lezioni erano solo online, o trasferirsi in una scuola che offre lezioni di persona.

La misura è stata vista come una mossa dall’amministrazione del presidente Donald Trump per fare pressione sulle istituzioni educative che stanno adottando un approccio cauto alla riapertura in mezzo alla pandemia globale di COVID-19.

Le università affermano nella loro causa che l’ordine avrebbe danneggiato gli studenti “immensamente”, sia sul piano personale che finanziario.

Ci sono stati più di un milione di studenti internazionali negli Stati Uniti per l’anno accademico 2018-19, secondo l’Institute of International Education (IIE).

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *