Il consiglio di amministrazione della scuola per ragazzi d'élite di New York espelle l'amato preside

Il consiglio di amministrazione della scuola per ragazzi d’élite di New York espelle l’amato preside

L’amato preside di una scuola privata di Manhattan è stato costretto a uscire in un’aspra battaglia legale contro i genitori contro il consiglio di amministrazione della scuola.

Venerdì, in una lettera a genitori e docenti, il consiglio di amministrazione della St. Bernard’s School ha affermato di aver “in modo schiacciante” determinato Stuart Johnson, che ha diretto la scuola per ragazzi nell’Upper East Side per 35 anni, dovrebbe lasciare immediatamente la sua posizione – più di un un anno prima del suo ritiro programmato a seguito di un’indagine su “molteplici denunce credibili” nei suoi confronti.

“Hanno effettuato un colpo di stato aziendale”, ha detto un genitore, che sostiene la causa contro la scuola da $ 50.000 all’anno. “L’unica cattiva condotta nella scuola non proviene dall’ufficio del preside, ma piuttosto dalla sala del consiglio.”

Nei documenti del tribunale depositati il ​​mese scorso presso la Corte suprema dello Stato di Manhattan, i genitori degli studenti dell’asilo di 116 anni per frequentare la scuola elementare, hanno affermato che il comitato esecutivo del consiglio ha fatto investimenti rischiosi con i fondi della scuola e ha assunto squadre di diritto costoso e pubblico dirigenti delle relazioni con le risorse della scuola per difendersi.

Venerdì, nella sua lettera ai genitori, Johnson ha affermato di appoggiare la decisione del consiglio di amministrazione al fine di porre fine alla “discordia sulla mia partenza programmata, che ha preoccupato la scuola negli ultimi sei mesi”. Johnson, che era programmato per tornare per il suo ultimo anno scolastico a settembre, ora è stato posto in modo sabbatico, dice la lettera del consiglio ai genitori.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

I genitori hanno inizialmente citato in giudizio la scuola a marzo sostenendo che il consiglio di fondazione stava costringendo Johnson a uscire. La causa è stata presentata da querelanti anonimi per impedire ai membri del consiglio di prendere di mira le famiglie dei singoli studenti, ha riferito a The Post un avvocato per i genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *