Il campione UFC Jon Jones è disposto a restare seduto fino a quando non viene pagato

Il campione UFC Jon Jones è disposto a restare seduto fino a quando non viene pagato

Jon Jones si è già seduto fuori, solo che questa volta è disposto a fare da solo. Il campione dei pesi massimi leggeri UFC, spesso turbato, afferma di essere disposto a rimanere messo da parte per un massimo di tre anni se non ottiene ciò che sente di meritare finanziariamente di tornare all’ottagono.

“Non voglio combattere presto”, ha detto Jones sul “Wild Ride! Con Steve-O ”podcast. “Non ho alcun interesse a combattere nell’UFC fino a quando non sarò pagato per quello che credo valga.

“Se devo avere una brutta relazione con Dana [White], siediti fuori per due, tre anni, per far luce su ciò che sta accadendo, quindi queste sono le cose che la gente ti ricorda più che vincere le cinture. Ho rappresentato i combattenti più giovani. “

Jones è stato bloccato in un’amara faida con White, che si è intensificato a maggio quando il capo della UFC lo ha strappato pubblicamente in una conferenza stampa. Jones aveva chiesto a White di liberarlo dal suo contratto.

Jones ha detto di conoscere i combattenti UFC che vivono fuori dalle palestre a causa dei bassi salari, il che è parte del motivo per cui sta parlando adesso. Ha combattuto l’ultima volta a febbraio, sconfiggendo Dominick Reyes, ed era in trattative per incontrare i pesi massimi Francis Ngannou prima dell’inizio della disputa finanziaria.

Jones ha anche detto che è disposto a lasciare libera la cintura se non ottiene ciò che vuole.

Non è solo: diversi combattenti UFC hanno espresso preoccupazioni simili. La star dei pesi welter Jorge Masvidal è stata tra le più vocali, rifiutando un colpo per combattere il campione dei pesi welter Kamaru Usman a causa di un’offerta low-ball.

READ  Usa, la richiesta della Casa Bianca: "Trump anche tra i volti del Monte Rushmore"

“Sì, combatterò quest’anno”, ha detto Masvidal sul suo canale YouTube. “A Dio piacendo, combatterò quest’anno. Quello che non succederà è che non sarò giocato o sottopagato, questo è certo. Ho un valore, una formula che abbiamo escogitato per quello che valgo, e che viene fuori 16 anni fa di questo, di vedere il campo dentro e fuori. Non sono un novellino, non sono un ragazzo impegnativo per il titolo per la prima volta nella mia vita.

“Sono già stato in questa posizione in diverse organizzazioni e cose e sappiamo come calcolare ciò che porto e voglio una buona dose di ciò che porto. … Si tratta di quanto voglio ricevere dal pay-per -view, quanta condivisione voglio dal PPV, questa è una delle tante cose su cui sto combattendo. Non credo che quel taglio sia giusto e non sono d’accordo. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *