Gold

I viaggi indiani frenano i trafficanti d’oro, promuovono il mercato legale

Il contrabbando di oro in India, il più grande consumatore di oro a parte la Cina, era aumentato dal 2013, quando Nuova Delhi ha aumentato la tassa di importazione al 10%, seguita da un aumento al 12,5% nel 2019.Reuters

Il contrabbando di oro in India è diminuito a causa della mancanza di voli internazionali che ostacolano gli operatori del mercato grigio e serve a stimolare il premio che gli importatori legali possono far pagare, hanno detto funzionari del settore mercoledì.

I rivenditori, parlando a condizione di anonimato, hanno affermato che la ridotta offerta di oro di contrabbando ha spinto i prezzi spot indiani a un premio questa settimana per la prima volta quest’anno, aggiungendo al sentimento rialzista sul mercato dell’oro.

I futures dell’oro indiano hanno toccato il massimo storico di 49.045 rupie ogni 10 grammi mercoledì, portando i guadagni al 25% nel 2020 fino a quel momento dopo un rally di un quarto dell’intero 2019.

Il contrabbando di oro in India, il più grande consumatore di oro a parte la Cina, era aumentato dal 2013, quando Nuova Delhi ha aumentato la tassa di importazione al 10%, seguita da un aumento al 12,5% nel 2019.

Nel 2017, un’imposta sulle vendite del 3% ha aumentato ulteriormente il margine per gli operatori del mercato grigio che contrabbandano oro dall’estero e lo vendono in contanti per evitare dazi.

“Si prevede che il contrabbando diminuirà sostanzialmente nello scenario attuale. Anche la logistica del contrabbando è stata gravemente colpita durante il blocco”, ha detto a Reuters Somasundaram P.R., capo delle operazioni indiane del World Gold Council (WGC).

Ha affermato di non poter fornire cifre, ma i volumi di contrabbando previsti quest’anno sarebbero significativamente inferiori alle 115-120 tonnellate di oro che il WGC ha affermato di essere stato introdotto clandestinamente in India nel 2019.

L’India ha sospeso treni a lunga percorrenza e voli internazionali a marzo come parte del blocco dei suoi 1,3 miliardi di abitanti per contenere il nuovo coronavirus. Alcuni voli interni sono ripresi, ma l’incertezza sul viaggio è elevata poiché il numero di infezioni da coronavirus è aumentato.

Surendra Mehta, segretaria dell’India Bullion and Jewellers Association Association (IBJA), ha anche affermato che i trafficanti non sono stati in grado di operare come in precedenza.

Poiché eludono i dazi, gli operatori del mercato grigio vendono solitamente oro a prezzi scontati ai prezzi di mercato, il che a sua volta costringe i rivenditori concorrenti a abbassare i prezzi.

Dato che sono quasi scomparsi dal mercato, i rivenditori indiani legali hanno fatto pagare un premio fino a $ 3 l’oncia sui prezzi ufficiali nazionali questa settimana, rispetto a uno sconto di $ 22 l’oncia la scorsa settimana.

In teoria, l’aumento dei prezzi può a sua volta aumentare i margini dei trafficanti e consentire loro di offrire maggiori sconti.

Per ora, tuttavia, non possono offrire sconti significativi a causa di scorte limitate, ha affermato un commerciante di lingotti con sede a Kochi, nello stato meridionale del Kerala.

READ  USA: effetto pandemia, cresce la domanda di SUV - Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *