I residenti delle case di cura ricreano le copertine degli album in blocco

I residenti delle case di cura ricreano le copertine degli album in blocco

La quarantena non ha impedito a questi anziani di oscillare.

La Sydmar Lodge Care Home di North London è stata chiusa per quattro mesi, ma la vita limitata non ha ridotto la creatività dei residenti: gli anziani e gli assistenti della casa di cura hanno trascorso il loro tempo a ricreare copertine di album classici.

In un ora tweet virale, il coordinatore delle attività della casa, Robert Speker, ha pubblicato una selezione di scatti affiancati che mostrano album iconici accanto alle loro versioni ricreate. Questi includono una versione del “21” di Adele in cui un residente assume la stessa espressione facciale e la stessa posizione della testa, ma sostituisce l’etichetta originale con il suo nome ed età – Vera, 93.

In una versione del “1989” di Taylor Swift, un residente indossa la stessa maglietta di Swift, ma mette le sue iniziali e il suo anno di nascita in fondo al disegno Polaroid – R.C., 1922.

Il “Born in the USA” di Bruce Springsteen viene trasformato nel “Born in England” di Martin Steinberg con la St. George’s Cross invece delle stelle e strisce americane, e “Aladdin Sane” di David Bowie viene rifatto come “Sydmar Lodge” di Roma Cohen.

Dopo aver pubblicato le immagini, Speker ha ricevuto un’emissione di supporto, con alcuni che hanno proposto che la casa fare un calendario delle copertine degli album ricreate. Altri richieste fatte per quale album copre i residenti dovrebbero ricreare successivamente. Per molti fan, le immagini sono state fonte di ispirazione e hanno ricordato i propri ricordi esperienza della famiglia anziana mantenendo il loro gioventù interna.

READ  I NUOVI POSITIVI NON SONO MALATI. Ecco perché parla l'Infettivologo BASSETTI »ILMETEO.it

Sulla scia del successo virale del progetto, Speker ha avviato un GoFundMe chiamato “Lo spettacolo deve continuare“Per continuare a finanziare divertenti attività senior.

“Le persone anziane rimarranno bloccate per molto tempo e voglio rendere il loro tempo il più felice e pieno di divertimento e interesse possibile”, ha scritto Speker nella descrizione della raccolta fondi. “Poiché questa situazione è in corso, potrebbero passare mesi prima che la situazione cambi per loro, e la necessità di mantenerli felici e pieni di spirito non è mai stata così cruciale”.

Negli Stati Uniti, gli anziani amanti della musica hanno trovato conforto in quarantena con Radio Recliner, la prima e unica stazione radio gestita da pensionati dedicata alla musica e ai ricordi della Silent Generation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *