I leader dell'UE concordano sul piano di stimolo economico di riferimento

I leader dell’UE concordano sul piano di stimolo economico di riferimento

Il affare si concentrerebbe sulla fornitura di finanziamenti su tre pilastri: creazione di riforme per aiutare le imprese a rimbalzare dalla pandemia, attuazione di nuove misure per riformare le economie nel lungo periodo e investimenti per aiutare a proteggere dalle “crisi future”. Fornirebbe centinaia di miliardi di dollari in sovvenzioni e prestiti agli Stati membri.

L’accordo è arrivato dopo giorni di deadlock e discorsi incerti che sono stati descritti come alcuni dei più amaramente divisi negli anni.

“L’abbiamo fatto! L’Europa è forte. L’Europa è unita”, ha detto martedì il presidente del Consiglio europeo Charles Michel in una conferenza stampa. “Questo è un buon affare, questo è un affare forte e, soprattutto, questo è l’accordo giusto per l’Europa in questo momento.”

Michel ha descritto l’occasione come la prima volta che i membri dell’Unione Europea “facevano valere congiuntamente le nostre economie contro la crisi”.

La commissione ha inoltre concordato un bilancio di base di 1,1 trilioni di euro (quasi 1,3 trilioni di dollari) dal 2021 al 2027.

Commentando l’accordo, il presidente francese Emmanuel Macron ha salutato l’accordo come un “giorno storico per l’Europa”, mentre il primo ministro belga Sophie Wilmes ha affermato che “l’Unione europea non ha mai deciso di investire in modo così ambizioso in futuro”.

C’erano state aspre righe su alcuni termini dell’accordo negli ultimi giorni. L’accordo è arrivato poche ore dopo che Michel aveva presentato una nuova proposta ai leader politici lunedì.

L’Unione europea sta combattendo una recessione selvaggia innescata dalla pandemia e i paesi più colpiti come l’Italia e la Spagna hanno urgente bisogno di nuovi aiuti economici per centinaia di miliardi di dollari.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Prima di martedì, qualsiasi accordo era stato vanificato da profonde divisioni sulla dimensione complessiva del fondo di recupero, quanta assistenza avrebbe dovuto essere fornita come sovvenzioni o prestiti e le condizioni da allegare.

La Commissione europea ha dichiarato all’inizio di questo mese che prevede che l’economia dell’UE si ridurrà dell’8,3% nel 2020, considerevolmente peggiore della crisi del 7,4% prevista due mesi fa.

L’incontro dei migliori vertici dell’UE è il primo importante incontro di persona dei leader mondiali dall’inizio della pandemia.

– Questa è una storia in via di sviluppo e verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *