live news

I casi stanno aumentando verticalmente in alcuni stati degli Stati Uniti. Ecco uno sguardo a dove salgono i numeri.

I criteri che le nazioni dell’Unione Europea potrebbero usare per bloccare i visitatori provenienti da paesi con gravi focolai di coronavirus – compresi gli Stati Uniti – visitare l’Europa si è “nascosto in bella vista” da metà giugno quando sono stati pubblicati gli orientamenti, afferma un funzionario dell’UE.

I paesi europei stanno attualmente elaborando un elenco di criteri basati sulla situazione sanitaria e sugli accordi di viaggio reciproco in un paese esterno che creerebbe un elenco di paesi i cui visitatori potrebbero essere considerati sicuri da visitare dal 1 ° luglio.

Le linee guida hanno, “assolutamente nulla a che fare con le decisioni politiche, questo si basa sull’attuale situazione sanitaria in un paese terzo”, ha detto il funzionario.

Alla domanda se l’ordine esecutivo firmato dal presidente Trump questa settimana che congela i visti per i lavoratori stranieri sia stato un fattore, il funzionario ha aggiunto: “So che alcuni media hanno affermato, ad esempio, che l’ordine esecutivo firmato dal presidente degli Stati Uniti fa parte di questa decisione; non potrebbe essere più lontano dalla situazione “.

Le linee guida di giugno: Alla domanda se gli Stati Uniti fossero in un elenco di paesi di origine che potrebbero essere esclusi dal viaggio in Europa, un diplomatico dell’UE ha indirizzato la CNN al primo punto di una lista di controllo dell’11 giugno pubblicata dalla Commissione europea su cosa considerare quando si consente ai viaggiatori nell’UE .

Il primo punto della lista di controllo chiede se il paese possa “essere considerato in una situazione epidemiologica comparabile o migliore come la media nell’area UE +” per quanto riguarda il numero di nuove infezioni, la tendenza di nuove infezioni e la risposta in settori come i test , sorveglianza, tracciabilità dei contatti, contenimento, trattamento e comunicazione.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Gli ultimi numeri statunitensi: Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di decessi e infezioni da coronavirus nel mondo.

Alla fine di martedì negli Stati Uniti, almeno 2.346.937 erano stati infettati nel paese e 121.224 erano morti, secondo il Coronavirus Resource Center della Johns Hopkins University.

Il turismo rappresenta il 10% del PIL europeo. “Siamo entusiasti e gli Stati membri desiderano che l’Europa sia aperta al turismo per lavoro”, ha affermato il funzionario.

Gli ambasciatori si incontreranno di nuovo oggi e venerdì per discutere i prossimi passi del processo.

Le raccomandazioni formulate dalla Commissione europea non sono obbligatorie: le decisioni su se e come aprire le frontiere sono di competenza dei singoli Stati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *