A health worker wearing Personal Protective Equipment (PPE) gear collects a swab sample of a boy at a government free testing centre in Hyderabad, India on July 17.

Gli unici tre paesi con oltre un milione di casi

Un operatore sanitario che indossa equipaggiamento per dispositivi di protezione individuale (DPI) raccoglie un campione di tampone di un ragazzo in un centro di test gratuito del governo a Hyderabad, in India, il 17 luglio. Noah Seelam / AFP / Getty Images

All’inizio di oggi, l’India ha superato il milione di casi, diventando il terzo paese al mondo a farlo, dopo Stati Uniti e Brasile.

In tutti e tre i paesi, la pandemia sta provocando il caos nei sistemi sanitari, nelle economie e nella vita quotidiana dei residenti.

Gli Stati Uniti ha il numero più alto di casi al mondo, con oltre 3,5 milioni di infezioni registrate dall’inizio della pandemia. C’erano più di 77.000 nuovi casi oggi solo.

I nuovi casi quotidiani sono più che triplicati in poche settimane; la cifra era rimasta sospesa a circa 25.000 a metà giugno.

Gli stati duramente colpiti stanno portando centinaia di personale medico di altri stati per aiutare, e gli ospedali stanno finendo i letti in terapia intensiva. In Arizona e Texas, le contee colpite duramente hanno portato camion refrigerati mentre gli obitori si riempiono.

In Brasile, i casi aumentano di decine di migliaia ogni giorno. Il paese ora ha 2.012.151 casi e 76.688 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

L’amministrazione è stata messa a dura prova per la sua gestione della pandemia. Il presidente Jair Bolsonaro, che è risultato positivo la scorsa settimana, ha precedentemente respinto il virus solo come una “piccola influenza”. Ha criticato i leader locali imponendo blocchi, e ha insinuato che stessero gonfiando i pedaggi di morte per far sembrare cattiva la risposta del governo federale.

Nel frattempo, il Ministero della Sanità del paese continua ad essere amministrato da un militare in servizio attivo senza esperienza di sanità pubblica, nominato Ministro ad interim due mesi fa.

In India, il ministero della salute ha riportato 1.003.832 casi totali e oltre 25.600 morti. Sta anche assistendo a un’ondata di infezioni, segnalando il suo più alto salto giornaliero in nuovi casi tra giovedì e venerdì.

READ  USA, scoperte 500 app utilizzate per rintracciare i cittadini: c'entra il governo?

In tutto il paese, i pazienti con virus in condizioni critiche lo sono essere allontanato da ospedali pubblici e privati ​​per mancanza di letti, personale e attrezzature, mentre l’infrastruttura sanitaria si piega sotto la pressione.

I cittadini più poveri sono il colpo più duro. Circa 74 milioni di persone vivono spalla a spalla in baraccopoli urbane sovraffollate, dove c’è poca acqua corrente o servizi igienici e l’allontanamento sociale è impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *