Edwin Diaz di Mets non è pronto a rinunciare al ruolo più vicino senza combattere

Edwin Diaz di Mets non è pronto a rinunciare al ruolo più vicino senza combattere

La scorsa stagione Edwin Diaz non assomigliava molto di più ai Mets, ma durante l’allenamento di primavera di quest’anno ha indicato che aveva ancora fiducia che il lavoro fosse suo. Tornando agli allenamenti 3 mesi e mezzo dopo, quella mentalità non è cambiata.

“La mia mentalità è sempre stata quella di essere più vicino, nonostante ciò che è accaduto l’anno scorso”, ha detto Diaz attraverso un interprete dopo un allenamento del venerdì pomeriggio al Citi Field. “Questa offseason mi è entrato e mi sono allenato duramente, ho lavorato su diverse cose che mi hanno dato la fiducia che mi ha fatto sentire come se potessi essere più vicino a questa squadra.

“Ora, andando in questo secondo allenamento primaverile, cercherò di dimostrare nelle prossime due o tre settimane che posso essere il più vicino di questo team.”

Diaz, che ha lanciato un ERA 5,59 con sette parate esplose in 33 tentativi della scorsa stagione, ha dichiarato di essersi allenato in uno stadio vicino a casa sua a Puerto Rico durante il licenziamento, affrontando giocatori come Kennys Vargas, che ha giocato la scorsa stagione per i gemelli.

Edwin Diaz
Edwin DiazN.Y. Post: Charles Wenzelberg

La situazione di Jed Lowrie rimane un mistero.

“Jed non gioca da un po ‘”, ha detto il manager Luis Rojas. “Vedremo dove si trova la sua progressione, è qualcosa che devo valutare con lo staff delle prestazioni per vedere dove si trova.”

Lowrie, la cui stagione 2019 consisteva in sette pipistrelli di settembre, arrivò all’allenamento primaverile a febbraio indossando un tutore che si estendeva dalla sua metà coscia sinistra a quasi la caviglia. Rojas ha indicato che il tutore ha impedito a Lowrie di sentirsi a proprio agio negli allenamenti.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila
Dellin Betances
Dellin BetancesN.Y. Post: Charles Wenzelberg

Dellin Betances ha impressionato molto il manager durante la sua sessione di lancio mattutina. Il braccio destro, che sta tornando da una sinistra lacerata di Achille, stava ancora aumentando la forza del braccio quando l’allenamento primaverile fu sospeso a marzo.

“Il suo feedback è stato ottimo su come andavano le cose e su come andavano i suoi allenamenti”, ha detto Rojas. “Quello che sembrava oggi, sembrava davvero buono come la palla usciva dalle sue mani, entrambe le sue palle rotanti uscivano davvero bene, solo cose buone.

“Ho osservato dall’angolo dietro il ricevitore e vedi quel mostro sul tumulo, posso vedere perché il rapporto di strikeout è così alto con lui. Sembrava davvero buono oggi, si sentiva davvero bene e poi dopo l’ho visto in palestra ed è stato molto pompato per tutto il giorno, durante la sessione. ”


Rojas non divulgherebbe se alcuni giocatori risultassero positivi per COVID-19 durante i test di assunzione dei Mets che si sono conclusi questa settimana. In precedenza, il direttore generale Brodie Van Wagenen aveva indicato che un giocatore nel registro composto da 40 uomini era risultato positivo.


Marcus Stroman e Amed Rosario erano entrambi assenti dagli allenamenti. I Mets non hanno fornito una spiegazione per nessuna delle due assenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *