Edward Enninful, editore di British Vogue, "profilato razzialmente" dalla guardia giurata negli uffici della rivista

Edward Enninful, editore di British Vogue, “profilato razzialmente” dalla guardia giurata negli uffici della rivista

Scritto da Oscar Holland, CNN

Edward Enninful, editore di British Vogue rivelato di essere stato profilato in modo razziale mentre si recava negli uffici della rivista, con una guardia di sicurezza che gli istruiva di entrare nei locali attraverso la banchina di carico.
Enninful, che è diventato il primo caporedattore nero della rivista nel 2017, ha pubblicato i dettagli dell’incidente su Twitter e Instagram mercoledì sera.

“Oggi sono stato profilato razzialmente da una guardia di sicurezza mentre entravo nel mio posto di lavoro”, ha scritto. “Quando sono entrato, mi è stato chiesto di utilizzare il vano di carico.

“Solo perché le nostre tempistiche e i fine settimana stanno tornando alla normalità, non possiamo lasciare che il mondo torni a com’era. Il cambiamento deve avvenire ora.”

In una didascalia che accompagna il post di Instagram, Enninful ha detto ai suoi 1 milione di follower che l’editore di Vogue, Condé Nast, si era “mosso rapidamente” per licenziare la guardia di sicurezza in questione.

“Questo dimostra che a volte non importa cosa hai realizzato nel corso della tua vita: la prima cosa su cui alcune persone ti giudicheranno è il colore della tua pelle”, ha aggiunto.

Condé Nast ha confermato alla CNN che la guardia di sicurezza, che ha lavorato per un appaltatore di terze parti presso la sede di Vogue a Londra, è stata licenziata dal sito e “messa sotto inchiesta dal datore di lavoro”.

Sui social media, artisti del calibro di Cynthia Erivo, Marc Jacobs e la top model Iman hanno offerto messaggi di supporto all’editore 48enne.

L’amica di lunga data di Enninful, Naomi Campbell, ha commentato: “Quando cambierà questo cambiamento? È successo nel Regno Unito da così tanto tempo … mi dispiace che tu l’abbia superato !! Non lasciarti scoraggiare. Resta forte.”

Edward Enninful nella foto con l’amico Naomi Campbell a New York nel 2017. Credito: Sean Zanni / Patrick McMullan / Getty Images

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

La vice editrice di British Vogue Sarah Harris ha risposto al post di Instagram di Enninful affermando che l’incidente era “ingiustificabile”, mentre l’attrice Gemma Chan ha scritto: “C’è ancora molto lavoro da fare. Mi dispiace che sia successo a te Edward.”

Enninful è noto per aver sostenuto modelli di colore e argomenti legati alla razza nel corso di una carriera di tre anni che ha incluso ruoli in riviste tra cui i-D e Vogue Italia. Il suo impegno per la diversità è stato riconosciuto dalla regina Elisabetta II nel 2016, quando gli ha conferito l’Ordine dell’Impero britannico, o OBE, nella sua lista degli onori di compleanno.

Nato in Ghana e cresciuto nella zona ovest di Londra, Enninful è stato nominato il sesto nero più potente in Gran Bretagna nell’annuale Powerlist 2020 classifica.

Questo articolo è stato aggiornato per includere La risposta di Condé Nast all’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *