live news

“È tempo” di riportare i bambini a scuola

Un uomo viene sottoposto a un test COVID-19 nella sua auto in un sito di test drive-thru a Phoenix il 27 giugno. Matt York / AP

Mentre i casi di coronavirus in Arizona continuano a salire, il sindaco Kate Gallego afferma che Phoenix sta affrontando “un’enorme carenza di test”.

“Le persone sono state in fila per otto ore in un’auto calda mentre fanno male, in attesa di un test”, ha detto. “Siamo cinque mesi negli Stati Uniti d’America. Le persone che vogliono un test non dovrebbero aspettare così tanto “.

Gallego afferma che sono necessari test a bassa barriera. Ha richiesto al governo federale e all’agenzia federale di gestione delle emergenze siti di collaudo di massa a Phoenix, ma tale richiesta è stata respinta.

“Credo che un’ondata di test potrebbe aiutarci con un backlog e abbiamo anche bisogno di aiuto per l’elaborazione di tali test. Le persone devono aspettare più di una settimana per ottenere risultati. Sono le informazioni critiche sulla salute di cui hanno bisogno per vivere la loro vita quotidiana, ha detto. “Abbiamo bisogno del nostro governo federale per collaborare con noi. Sto prendendo tutte le risorse della città che possiamo e le sto mettendo alla prova. Abbiamo bibliotecari e lavoratori dei parchi che stanno aiutando con i test, ma la loro forza ed efficacia potrebbero essere amplificate se avessimo esperti medici specializzati che sono a conoscenza dei test. “

William Haseltine, un ex professore della Harvard Medical School, ha affermato che l’Arizona sta implementando uno standard di assistenza per le crisi, il che significa che “se sei vecchio, vieni mandato a casa senza cure e muori”.

“Sfortunatamente, i nostri professionisti medici non hanno le risorse di cui hanno bisogno e quindi viene chiesto loro di prendere decisioni difficili”, ha detto Gallego, rispondendo ai commenti di Haseltine. Ha sottolineato che le persone che si trovano in condizioni di emergenza come un attacco di cuore dovrebbero comunque andare al pronto soccorso e che riceveranno assistenza.

“Esiste la capacità di prendersi cura delle persone, ma non stiamo rispettando gli standard di cura in tutti i casi che desideriamo. Siamo stati molto distesi con i letti di terapia intensiva “, ha spiegato.
READ  Scambi negli Stati Uniti: attenzione al fenomeno degli investimenti concettuali

I professionisti medici sono esausti e chiedono rinforzi, mentre avvertono che “il peggio deve ancora venire”, dice Gallego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *