È sicuro stare in un hotel, in una cabina o in una casa in affitto?

È sicuro stare in un hotel, in una cabina o in una casa in affitto?

Nota del redattore – Le opinioni espresse in questo commento sono esclusivamente quelle dello scrittore. La CNN sta mostrando il lavoro di La conversazione, una collaborazione tra giornalisti e accademici per fornire analisi delle notizie e commenti. Il contenuto è prodotto esclusivamente da The Conversation.

(CNN) – Dopo quasi tre mesi di quarantena, milioni di americani sono pronti a viaggiare: un viaggio di una notte, un weekend, un soggiorno estivo. Con la riapertura degli stati, ora è possibile, con un avvertimento. Prima del coronavirus, poche persone probabilmente pensavano due volte a stare in una stanza d’albergo, in una casa in affitto o in una capanna nel bosco. Ma ora, dobbiamo considerare il potenziale di esposizione al coronavirus. Anche se sei d’accordo con i rischi di viaggio che ti portano a destinazione – aereo, treno o automobile – e i rischi del luogo di destinazione stesso?

Siamo entrambi scienziati dell’esposizione. Uno di noi si sente a proprio agio prenotando un soggiorno “senza contatto”; l’altro non è ancora sicuro se fare un viaggio notturno presto. Ma siamo d’accordo su due cose: viaggiare in questi giorni comporta un rischio maggiore, ma esistono modi per minimizzare tale rischio.

I problemi

La guida dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie è chiara che i viaggi aumentano le possibilità di ottenere o diffondere Covid-19. L’industria dei viaggi lo sta prendendo sul serio. Sia l’American Hotel & Lodging Association che la Vacation Rental Management Association hanno pubblicato linee guida e standard sulle migliori pratiche.

Indipendentemente dal tipo di soggiorno che stai pianificando, la preoccupazione principale sta entrando in stretto contatto (meno di sei piedi) con una persona infetta. Quella probabilità è maggiore quando viaggi. Tieni presente che una persona con Covid-19 può diffondere il virus prima di sviluppare sintomi. Fin dall’inizio, devi presumere che chiunque intorno a te possa essere infetto. Incluso te stesso.

Il contatto con superfici contaminate è meno preoccupante, ma è ancora qualcosa da considerare. Stiamo imparando di più sul potenziale di infezione da loro, ma sappiamo che il coronavirus è stato rilevato sulla superficie della camera degli ospiti. Cerca di ridurre al minimo il contatto con le superfici – tavoli, sedie, lavandini del bagno, copripiumini – che non sono stati puliti o disinfettati.

Un’ulteriore complicazione: il modello e l’estensione di Covid-19 possono variare tra le comunità, anche nella stessa regione. Anche le leggi e le linee guida sulla salute pubblica variano, quindi assicurati di controllare gli aggiornamenti prima di viaggiare.

Prima di prenotare

Non c’è modo di rendere un soggiorno sicuro al 100%, ma ci sono sicuramente modi per renderlo più sicuro. Ricorda che ogni scenario di alloggio è diverso; ad esempio, a differenza degli hotel o delle case in affitto, i campeggi in genere hanno solo bagni condivisi. Ma ovunque tu sia, inizia visitando il sito web dello stabilimento o chiama per chiedere cosa sta facendo la direzione per ridurre il rischio di trasmissione.

Assicurati di chiedere:

Qualità dell’aria. La pulizia con prodotti approvati dovrebbe essere frequente. Chiedere se nelle aree comuni sono disponibili stazioni di lavaggio o sanificazione delle mani. Dovrebbero essere previsti controlli tecnici, come l’aumento del ricambio d’aria o dei filtri HEPA nel sistema di ventilazione. In caso contrario, prendi in considerazione l’idea di portare un purificatore d’aria portatile con un filtro HEPA. Sul lato low-tech: è possibile aprire le finestre per un migliore flusso d’aria? Un ventilatore può aiutare a portare più aria esterna e aumentare la velocità di miscelazione se usato vicino a una finestra aperta.

Opzioni senza contatto, come chiavi digitali.

Politiche su maschere e screening sanitari per ospiti e personale.

L’attività di noleggio sta limitando la capacità di promuovere la distanza? Cioè, stanno prenotando solo ogni altra stanza? E stanno impedendo soggiorni di una notte, il che porterebbe più persone e quindi introdurrebbe più rischi? Evitare alloggi con fatturati in giornata.

Strategie per un soggiorno più sicuro

Una volta determinato che la direzione sta facendo tutto il possibile, è necessario fare tutto il possibile per ridurre al minimo l’esposizione. Indossa una copertura per il viso e pratica l’allontanamento sociale nelle aree comuni. Ridurre al minimo il tempo in spazi chiusi e meno ventilati, come gli ascensori. Evitare il contatto con superfici “high-touch” in spazi condivisi, come il pulsante di chiamata dell’ascensore, le maniglie delle porte, i tavoli e le sedie da pranzo; hanno meno probabilità di essere disinfettati tra il tocco di ogni individuo. Lavarsi le mani o usare disinfettante per le mani dopo aver trascorso del tempo nelle aree comuni. Se le palestre e le piscine sono aperte, ricordati della distanza sociale, indossa la maschera e pulisci le attrezzature prima e dopo l’uso.

Usa sacchetti di plastica con cerniera per oggetti personali che altri potrebbero maneggiare. Ciò include la patente di guida, la carta di credito e la chiave. Porta delle borse extra per mettere queste cose dopo averle disinfettate. Gestisci i tuoi bagagli o organizza la consegna senza contatto.

Disinfettare le superfici seguendo le indicazioni del CDC. Se è disponibile il servizio di pulizie, rinunciare. Richiedi la rimozione di cuscini decorativi e copripiumini prima del tuo arrivo.

Opzioni a basso rischio per i pasti: portare il proprio cibo o fare il servizio in camera o consegna senza contatto. Cenare all’aperto può essere un’opzione ragionevole, ma se cenate all’interno, assicuratevi che ci sia una ventilazione ragionevole e tavoli adeguatamente distanziati.

Porta abbastanza maschere o rivestimenti per il viso per ogni giorno o porta il detersivo per lavarti tra un utilizzo e l’altro. Avrai anche bisogno di disinfettante per le mani o salviette per le mani, un disinfettante per superfici, salviette di carta e salviette disinfettanti usa e getta.

Tutto ciò aiuta, ma ricorda: anche fare tutto in questo elenco sostanziale potrebbe non eliminare le possibilità di contrarre il virus. La linea di fondo è che non raccomandiamo a tutti di tornare ai viaggi non essenziali. Potresti aver bisogno di una vacanza, ma Covid-19 non ne prende mai una.

Elizabeth Marder è presidente delle comunicazioni e della divulgazione della International Society of Exposure Science, un’organizzazione senza fini di lucro.
Paloma Beamer è presidente della International Society of Exposure Science, un’organizzazione senza fini di lucro e riceve finanziamenti da NIH, EPA, Agricola Alta Pozo Manuel e dal dipartimento sanitario della contea di Pima.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *