Coronavirus, zero morti il ​​secondo giorno consecutivo. In Lombardia 79 casi

Coronavirus, zero morti il ​​secondo giorno consecutivo. In Lombardia 79 casi

Emergenza coronavirus

Milano, 25 luglio 2020 – Ancora oggi, per il secondo giorno consecutivo, non ci sono morti nel contesto dell’emergenza Covid-19 nel Lombardia. Nel aumentarerispetto a venerdì, io nuovi positivi quotidiani: su 10.725 tamponi eseguiti (nei 1.253.500 compressi) sono stati accertati 79 nuove infezioni (ieri c’erano 53 su un numero simile di tamponi). Di questi nuovi casi, 18 sono “debolmente positivi” e 30 risultano da test sierologici. Buone notizie dalla parte anteriore di terapia intensiva che scendono di 4 unità, raggiungendo 13 ricoveri. I ricoveri negli altri reparti sono aumentati per il secondo giorno consecutivo: 148, con un aumento di 4 unità. Le cure / dimissioni sono cresciute di 63, per un totale di 72.271 (70.399 guarite e 1.872 dimesse).

I dati di sabato 25 luglio

Dati provinciali

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale dei nuovi casi, si noti che 60 casi su 79 sono concentrati in tre province. Là provincia di Milano è quello che registra l’aumento più significativo: 25 nuovi positivi a Milano, di cui 12 nella città di Milano. Secondo la provincia di Bergamo (+19), seguito da quello di Brescia (+16). Aumenti significativamente più bassi nelle altre province: + 7 a Mantova, + 3 anni Varese e Lecco, Da +2 a Como e Monza Brianza. Tre province con zero infezioni: Cremona, Sondrio e Pavia.

La Lombardia prima per nuove infezioni

La Lombardia si registra oggi il maggior aumento di nuovi casi nelle ultime 24 ore in Italia, dove oggi io 275 nuovi positivi e 5 morti. Dietro la Lombardia ci sono l’Emilia Romagna (+49, con 6.557 tamponi) e Veneto (+31). Per quanto riguarda il fronte ospedaliero, la Lombardia è sempre al primo posto per i ricoveri in terapia intensiva (anche se la cifra si sta lentamente ma costantemente riducendo): nella regione più colpita ci sono 17 pazienti ricoverati. Nel Lazio ce ne sono 9, in Piemonte 5 e in Emilia Romagna 4. Al culmine dell’emergenza sanitaria nella sola Lombardia, c’erano quasi 1.400 ricoveri in terapia intensiva. Il primo per i ricoveri negli altri reparti è il Lazio (186), seguito dalla Lombardia (148), dal Piemonte (141) e dall’Emilia Romagna (78). (I dati regione per regione)

READ  Il produttore americano di chip fa pressione sul governo degli Stati Uniti per fare affari con Huawei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *