Coronavirus, Bill Gates: «Tamponi negli Stati Uniti? Uno spreco, per risultati troppo lunghi »

Coronavirus, Bill Gates: «Tamponi negli Stati Uniti? Uno spreco, per risultati troppo lunghi »

Rifiuti totali». Bill Gates ha quindi definito i test per il coronavirus utilizzati dagli Stati Uniti, criticandoli fortemente perché i risultati arrivano dopo troppo tempo. L’ex CEO e fondatore del gigante Microsoft, ha spiegato in un’intervista per l’emittente Cnbc che la gente ha bisogno di ottenere risultati il ​​più presto possibile, in modo che possano “cambiare il loro comportamento e non infettare altre persone”. Per Gates lo è è inaccettabile pagare qualcuno se i test arrivano dopo più di due giorni. “La cosa più semplice è che non dovresti pagare [un’azienda] che richiede più di 48 ore per ottenere il risultato “, ha affermato Gates.

Test scarsamente funzionali

Negli Stati Uniti, il numero medio di test effettuati ogni giorno a luglio è aumentato costantemente: a luglio sono stati superati i 700.000 tamponi giornalieri, secondo i dati del Covid Tracking Project, organizzazione indipendente lanciata da giornalisti dell’Atlantico. E le aspre critiche a Bill Gates arrivano poco dopo l’annuncio del presidente Donald Trump di aver aumentato la capacità del buffer, definendo il paese «l’invidia del mondo»Per il numero di test che possono essere eseguiti ogni giorno. In realtà il tempo per i risultati si sta espandendoo così che anche molti funzionari sanitari hanno ammesso che non le operazioni, al momento, non sono in grado di frenare la pandemia. Il tempo medio per ricevere i risultati è in realtà anche più lungo dei due giorni menzionati da Bill Gates. E questo per quanto riguarda i pazienti con priorità alta, cioè quelli già ricoverati o il personale medico con sintomi. “Dobbiamo dare la priorità – aggiunge Gates – Dobbiamo assicurarci che le comunità a basso reddito, che sono maggiormente a rischio, ottengano questi risultati entro 24 ore».

READ  nomi domani. Controlla un sindaco di 5Stelle

31 luglio 2020 (modifica il 31 luglio 2020 | 10:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *