Coronavirus, altre 1.525 infezioni in Spagna e 870 in Germania. Gli Stati Uniti sono vicini a 4,5 milioni di infezioni. Messico paese terzo per decessi. USA, commissione sulla pandemia: "Senza nuove misure altri 150 mila morti"

Coronavirus, altre 1.525 infezioni in Spagna e 870 in Germania. Gli Stati Uniti sono vicini a 4,5 milioni di infezioni. Messico paese terzo per decessi. USA, commissione sulla pandemia: “Senza nuove misure altri 150 mila morti”

Nuovo record di infezioni da coronavirus dall’inizio di maggio a Spagna, dove la situazione diventa sempre più complicata soprattutto in Catalogna, Aragona e comunità di Madrid. Nelle ultime 24 ore, scrive El Pais, si sono registrati 1.525 infezioni. Anche il numero di casi rimane elevato Germania, che l’ultimo giorno ha contato 870 con 7 morti, secondo le informazioni fornite dalRobert Koch Institute. L’altro paese europeo di interesse è il Romania che anche l’ultimo giorno continua a registrare tra i numeri più alti in tutto il continente: 1.295 nuove infezioni, 50.866 in totale e 39 morti, 2.343 del tutto dall’inizio dell’epidemia.

I numeri più alti del mondo continuano a registrarli stati Uniti dove nelle ultime 24 ore ci sono stati 72.238 nuovi casi, con quelli totali che ora raggiungono i 4,5 milioni. I morti sono invece 1.379, in quello che è il terzo giorno consecutivo in cui i decessi superano i 1.200. È James Clyburn, il presidente del comitato congressuale speciale che indaga sulla risposta alla pandemia dell’amministrazione Trump suscita l’allarme: “L’America è nel mezzo di una catastrofe per la salute. Senza un’azione urgente rischiamo altri 150 mila morti “.

Il Messico invece è diventato il paese terzo al mondo in termini di decessi coronavirus – correlati, superiore a 46 mila, dietro gli Stati Uniti e Brasile. Lo stato centroamericano ha superato il UK, dove nel frattempo è stato bloccato l’allentamento delle restrizioni, con nuove misure che interesseranno 4 milioni di abitanti.

Germania – L’epidemia principale continua a essere a Mamming, in Baviera, dove dopo 174 lavoratori agricoli stagionali si sono dimostrati positivi sabato, le autorità hanno messo in quarantena 500 persone. Altri gruppi sono stati registrati nei macelli, quindi nei giorni scorsi il ministro del Lavoro, Hubertus Heil, ha annunciato misure restrittive in questo settore. Il ministro dell’economia Peter Altmaier ha definito questo aumento nei casi “un avvertimento importante”, sottolineando che un ritorno all’epidemia potrebbe mettere in pericolo la ripresa economica che, secondo il ministro, sta già mostrando i primi segnali.

READ  Il missile di sedici anni vola alle 20.33 su 200 negli Stati Uniti - il VIDEO

Anche per questo motivo, è stato deciso di riattivare le misure anti-covidi sul distanziamento sociale nella città di Heide, nello Schleswig-Holstein, nel distretto di Dietmarsch. Da oggi è stato ripristinato il divieto di incontrare più di una persona diversa dalla propria, sempre a un metro e mezzo di distanza. Anche nella località turistica di Bosuem vengono introdotte le stesse limitazioni fino al 7 agosto, con possibilità di proroga di una settimana.

stati Uniti – Clyburn ha attaccato il casa Bianca sostenendolo “Metti pressione” in modo che le linee guida del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie sulle misure rigide necessarie per l ‘ riapertura delle scuole. “Il risultato è che il il virus è fuori controllo e le miserie economiche della nostra nazione continuano – ha aggiunto – È necessario avviare immediatamente un piano nazionale che privilegi la scienza sulla politica. Non vogliamo che le vite di altri 150.000 americani vadano perse. “

Australia – Lo Stato di Victoria sta prendendo in considerazione l’introduzione di restrizioni più rigorose dopo il secondo giorno con il maggior numero di infezioni da coronavirus dall’inizio delle rilevazioni. Le autorità locali hanno riferito 627 nuovi casi confermati e otto decessi venerdì, il secondo più alto dopo il record del giorno precedente, di 723 infezioni. Melbourne e un vicino distretto semi-rurale sono più della metà del blocco di sei settimane imposto per arginare la diffusione del virus. “Tutti riconosciamo che questi numeri sono davvero troppo alti”, ha dichiarato il Primo Ministro dello Stato del Victoria Daniel Andrews, spiegando che le autorità statali e federali stanno prendendo in considerazione quali misure potrebbero essere prese nei prossimi giorni.

READ  Il missile di sedici anni vola alle 20.33 su 200 negli Stati Uniti - il VIDEO

Giappone – Tokyo ha registrato un nuovo record di infezioni quotidiane, con 463 nuovi casi confermati in 24 ore. Il Governatore Yuriko Koike lo ha annunciato, spiegando che valuterà se dichiarare lo stato di emergenza in città se la situazione non migliora. Lo stato di emergenza in Giappone è stato abbandonato a maggio. A livello nazionale, il numero di infezioni è aumentato a 35.461 giovedì (segnando il nuovo record giornaliero di +1.260 casi), mentre i decessi totali sono 1.020.

Filippine – Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha esteso le misure restrittive per il coronavirus alla capitale Manila, limitando il movimento di anziani e bambini, chiudendo ristoranti e palestre fino a metà agosto e limitando le attività economiche. “La mia richiesta è di rimanere un po ‘più a lungo. Molti sono stati infettati”, ha detto in un discorso televisivo in cui ha promesso vaccini gratuiti quando saranno disponibili, dando priorità ai poveri, quindi alla classe media, alla polizia e personale militare. Nel frattempo, ha invitato la popolazione più povera che ha difficoltà ad accedere ai dispositivi di protezione per “disinfettare” le maschere con la benzina.

Memoriale del Coronavirus

Supporta ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo il nostro lavoro con coscienza,
facciamo un servizio pubblico. Questo è anche il motivo per cui siamo orgogliosi ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it
offrire centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, sondaggi, video e molto altro. Tutto questo lavoro, tuttavia, ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un’epoca in cui l’economia è stagnante, offre entrate limitate.
Non in linea con il boom dell’accesso. Questo è il motivo per cui chiedo a coloro che leggono queste righe di supportarci.
Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi quelli che hanno bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Siamo orgogliosi di poter offrire centinaia di nuovi contenuti ogni giorno gratuitamente a tutti i cittadini.
Ma la pubblicità, in un’epoca in cui l’economia è stagnante, offre entrate limitate.
Non in linea con il boom dell’accesso a ilfattoquotidiano.it.
Per questo motivo ti chiedo di supportarci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana.
Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Aiutaci!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Sostieni ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Filippine, il consiglio del presidente Duterte ai poveri: “Usa la benzina per disinfettare le maschere”

Il prossimo


Prossimo articolo

Coronavirus, Johnson annuncia: “Allentamento delle restrizioni sulla slitta di due settimane. Dobbiamo tenere sotto controllo la curva “

Il prossimo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *