China TV, Tentativo di propaganda su Ladakh, aiuta a rafforzare la richiesta dell’India

Immagini non datate sulla TV di stato cinese affermano di mostrare post indiani e un elicottero sul luogo dello scontro di Galwan.

Punti salienti

  • Le immagini trasmesse in Cina ieri sera non sono datate
  • L’autenticità delle immagini dovrà essere verificata, ha affermato un alto ufficiale dell’esercito
  • Ieri, la Cina ha iniziato a ritirare le sue truppe da 3 punti in Ladakh

Nuova Delhi:

Le nuove immagini satellitari trasmesse ieri sera dalla Cina sulla televisione statale fanno l’India il servizio di affermare la sua richiesta – che le truppe cinesi hanno cercato di impedire ai soldati indiani di legittima attività sul lato indiano del confine nella regione della Valle di Galwan già a maggio, un un mese intero prima degli scontri mortali – nello stesso punto – vennero uccisi 20 soldati indiani nella linea di servizio.

Ieri la Cina ha iniziato a ritirare le sue truppe da tre punti del Ladakh che hanno ospitato forti tensioni ai confini dall’inizio di maggio.

Un programma su CCTV-4, l’emittente statale cinese, ieri sera ha trasmesso immagini satellitari che, si dice, raccolgono un elicottero indiano e si accampano sul fiume Galwan a Patrol Point 14, situato a un’altezza di circa 14.000 piedi sul livello del mare nell’Himalaya occidentale. Un alto ufficiale dell’esercito indiano ha detto a NDTV che “l’autenticità delle immagini (sulla televisione cinese) dovrà essere verificata”. Non può essere nominato per via delle regole militari.

0o2osh1o

I soldati indiani nella regione di Galwan sono stati girati prima del 22 maggio 2020

Il 15 giugno, le forze cinesi attraversarono il territorio indiano, innescando un enorme respingimento delle truppe indiane in un attacco corpo a corpo. Mentre l’India ha confermato la perdita di 20 soldati, la Cina non ha offerto informazioni sulle sue vittime. Fonti dell’esercito indiano hanno messo il numero a 45.

samevkkg

La TV di stato cinese mostra soldati indiani che costruiscono un piccolo ponte attraverso il fiume Galwan che scorre veloce.

Le immagini trasmesse in Cina ieri sera non sono datate e indicano la presenza concentrata di soldati indiani a Patrol Point 14 come anche un eliporto di nuova costruzione – tutti sul lato indiano della linea di controllo effettivo. Le immagini satellitari del 22 maggio, riportate in precedenza su NDTV, non registrano questa attività. In effetti, indicavano un’unica capanna bianca a forma di igloo sulla curva del fiume Galwan, senza altri campi, cinesi o indiani, visibili. Ciò indica che la costruzione e i soldati indiani furono respinti dai cinesi dalla parte di Delhi del confine controverso. Le immagini successive dei giorni seguenti mostrano una presenza cinese considerevole qui con detriti visibili il 16 giugno, un giorno dopo gli scontri mortali tra i soldati. Le immagini satellitari dal 25 giugno mostrano una significativa attività di costruzione cinese sulla curva del fiume.

3uuemlf8 L’immagine satellitare del 22 maggio mostra l’eliporto e le tende mancanti lungo la curva del fiume Galwan.

La curva del fiume è di grande importanza tattica in quanto consente ai soldati di osservare l’accumulo militare dalla parte opposta lungo le rive del fiume. L’India ha sempre sostenuto che l’argine lungo il fiume Galwan è chiaramente il suo territorio, fino a Patrol Point 14.

Il mese scorso, mentre commentava l’ostilità del confine, il ministero degli Esteri ha riferito di uno scontro tra India e Cina a Galwan che si era verificato a maggio, molto prima dell’assalto mortale con barre di ferro e manganelli chiodati il ​​15 giugno. “All’inizio Maggio, la parte cinese ha preso provvedimenti per ostacolare il normale, tradizionale modello di pattugliamento dell’India nell’area della valle di Galwan “, ha dichiarato Anurag Srivastava, portavoce del ministero. Se le nuove immagini trasmesse dalla televisione cinese sono autentiche, dimostrano che le truppe cinesi hanno tentato di liberarsi dall’attività indiana, motivo per cui le truppe e l’eliporto mancano dalle immagini successive.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Ciò che è già stato stabilito attraverso immagini satellitari su cui NDTV ha riferito sono gli sforzi chiari delle forze cinesi per rafforzare la loro presenza proprio sull’argine, che si trova 423 metri oltre la linea di reclamo della Cina del 1960 nella regione. Le forze cinesi hanno anche allargato la valle dalla loro parte della linea di controllo reale e hanno convertito le tracce in strade asfaltate vicino al terrapieno.

tbdjolno

Soldati indiani visti nel programma della TV di stato cinese.

Ieri, India e Cina hanno iniziato a disimpegnarsi in questa parte del Ladakh orientale, un raffreddamento che è risultato dopo una negoziazione di due ore al telefono domenica tra il consigliere per la sicurezza nazionale Ajit Doval e il ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

Secondo quanto riferito, l’aggressione della Cina alla frontiera in Ladakh è innescata dai cambiamenti dell’India per migliorare le infrastrutture, compresa la costruzione di nuove strade per facilitare i viaggi dei suoi soldati. Ieri, entrambe le parti hanno assottigliato i loro uomini nelle aree di Galwan, Hot Springs e Gogra creando un “cuscinetto” o terra di nessuno tra le due forze. Tuttavia, qui non vi è stato alcun cambiamento significativo nelle posizioni cinesi nelle aree del lago Pangong che l’India detiene come propria; quasi 190 strutture cinesi tra cui tende e alloggi sono state installate in aree in cui l’esercito indiano era solito pattugliare secondo accordi reciproci.

Fonti del governo dicono a NDTV di essere “cautamente speranzosi” di un ritiro cinese da tutte le aree entro la metà di luglio, quando i leader militari dovrebbero tenere un altro giro di colloqui ad alto livello.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *