Canali di notizie indiani vietati in Nepal per notizie discutibili

Dish Media Network ha dichiarato di aver attirato i canali di notizie indiani dopo i reclami degli spettatori (rappresentativi)

Punti salienti

  • I canali indiani sono andati in bianco giovedì tardi
  • Il ministro del Nepal Yubaraj Khatiwada ha precedentemente condannato la trasmissione
  • I paesi hanno litigato da quando l’India ha aperto una nuova strada

Kathmandu

Gli operatori di televisione via cavo nepalesi hanno sospeso i canali di notizie indiani per notizie “discutibili” sul Primo Ministro del paese, mentre le tensioni tra i vicini aumentano per una disputa di confine.

I paesi hanno litigato da quando l’India ha aperto una nuova strada per il passo di Lipu Lekh a maggio.

I canali indiani si sono svuotati tardi giovedì, giorni dopo che un canale di notizie ha trasmesso un rapporto in cui si afferma che una relazione tra l’ambasciatore cinese e il primo ministro KP Sharma Oli aveva causato la disputa con l’India.

“Abbiamo sentito la responsabilità morale di bloccare i canali dopo che hanno trasmesso contenuti discutibili sul nostro paese”, ha dichiarato il vicepresidente di Max Digital TV Dhurba Sharma ad AFP.

L’amministratore delegato di Dish Media Network, Sudeep Acharya, ha dichiarato che la sua azienda ha ritirato i canali dopo le lamentele degli spettatori.

Il ministro del Nepal Yubaraj Khatiwada ha precedentemente condannato la trasmissione per “assassinio di personaggi”.

“Chiediamo a tutti i media, compresi quelli del nostro paese vicino, di non trasmettere notizie che danneggiano l’immagine del nostro paese”, ha detto a un incontro con la stampa.

Il capo generale dell’esercito indiano MM Naravane il mese scorso ha suggerito che la tensione del Nepal con l’India avrebbe potuto essere “per volere di qualcun altro”, suggerendo il coinvolgimento della Cina.

READ  Atletico Madrid, Simeone: "Stagione lunghissima, stasera abbiamo dato tutto"

India e Cina hanno una disputa in corso lungo la linea di controllo effettivo.

Entrambe le parti si sono incolpate a vicenda per uno scontro ai confini dell’Himalaya ad alta quota il mese scorso. Entrambi hanno inviato migliaia di truppe extra nella regione dopo l’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *