Ashok Gehlot chiede il sostegno di 2 MLA del Partito regionale BTP in mezzo alla crisi del Congresso

Jaipur:

Due MLA di un partito regionale che ha ritirato il sostegno del governo del Congresso in Rajasthan hanno annunciato che ora appoggeranno l’amministrazione, ha detto il ministro capo Ashok Gehlot sabato.

“Entrambi gli MLA del Partito tribale di Bharatiya (BTP) hanno annunciato il loro sostegno al governo dopo aver incontrato i loro funzionari esecutivi e aver discusso con le loro richieste”, ha dichiarato Gehlot in hindi.

È stato visto ricevere una lettera di supporto dagli MLA nelle foto condivise dal suo ufficio.

I due MLA erano diventati un’interessante luce laterale nel dramma politico sulla rivolta del vice capo Sachin Pilot questa settimana quando hanno pubblicato un video sui social media, che è diventato virale, sostenendo che sarebbero stati trattenuti contro i loro desideri nell’hotel di lusso dove Gehlot ha depositati MLA del Congresso per assicurarsi che non vengano capovolti.

Perdere i due MLA avrebbe ridotto i numeri per il Primo Ministro mentre il Congresso lottava per proteggere il suo gregge dal campo ribelle di Sachin Pilot.

Pilot ha affermato di avere 30 MLA disposti a camminare con lui, se necessario, dal governo del Rajasthan, un importo sufficiente per far cadere il governo di Gehlot. Ma Gehlot afferma di avere 109 MLA fedeli a lui – spingendolo appena oltre il segno 101 che deve rimanere Primo Ministro.

Con un vantaggio così limitato, ogni MLA conta. Uno degli MLA della BTP, Rajkumar, aveva detto a NDTV giovedì che sarebbero rimasti in Rajasthan, non facevano parte del Team Pilot e avevano in programma di incontrare il signor Gehlot “per discutere di alcune questioni”.

READ  Mets cerca di trovare modi diversi per mettere Dominic Smith in fila

Il capo del BTP Mahesh Bhai Vasava ha scritto lunedì ai suoi MLA dicendo che il partito dovrebbe rimanere neutrale in caso di test sul pavimento in assemblea. Agli MLA è stato chiesto di saltare del tutto qualsiasi test sul pavimento.

I due legislatori avevano quindi affermato di essere con Ashok Gehlot. “C’è un po ‘di confusione. In questo momento siamo con il governo. Ma prenderemo una decisione finale dopo aver parlato con i nostri leader”, avevano detto a NDTV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *