Ambasciatore degli Stati Uniti ad Adnkronos: "Azioni pericolose in Cina"

Ambasciatore degli Stati Uniti ad Adnkronos: “Azioni pericolose in Cina”

Ambasciatore Lewis Eisenberg e Cavaliere del Lavoro Giuseppe Marra

La Cina “è un paese interessante”, ma “le sue azioni sono pericolose, speriamo che cambierà il suo modo di operare”. L’ambasciatore americano a Roma, Lewis Eisenberg, in un’intervista con Adnkronos (Video completo), parla della sfida rappresentata dalla Cina, bollata nei giorni scorsi dal segretario di Stato Mike Pompeo come “una nuova tirannia” (Video).

“La Cina è un paese interessante, generalmente definito pericoloso per le sue azioni. Hong Kong – afferma – è un buon esempio di un’azione intrapresa dalla Cina per la quale il paese può essere definito molto pericoloso, non è il popolo cinese, ci sono 1,3 miliardi di cinesi “.


Ma “c’è il Partito comunista cinese che agisce nel Pacifico per prendere il controllo delle isole che sono territorio internazionale – continua Eisenberg, elencando tutte le sfide poste da Pechino – che viola l’accordo che il Regno Unito ha avuto con la Cina su Hong Kong, che compie un furto di proprietà intellettuale, causando danni economici ad altri paesi: tutto ciò lo rende pericoloso “.

Secondo l’ambasciatore, “c’è abbastanza che possa essere portato come prova dall’Italia, da altri paesi europei, dagli Stati Uniti, nel contesto dell’Organizzazione mondiale del commercio e dell’Organizzazione mondiale della sanità, dove la presenza cinese finisce per creare svantaggi per gli altri membri di queste organizzazioni. “La Cina, conclude,” rappresenta un pericolo significativo, ma speriamo che ci sia un’opportunità per cambiare il modo in cui opera, in modo che ci sia un soggetto che partecipa costruttivamente allo stato di diritto a cui il il resto del mondo aderisce “.

READ  Atletico Madrid, Simeone: "Stagione lunghissima, stasera abbiamo dato tutto"

5G – Huawei rappresenta “una minaccia alla sicurezza”, ribadisce l’ambasciatore, rispondendo a una domanda su un possibile cambio di posizione del governo italiano rispetto alla società cinese che dovrebbe sviluppare il 5G nel nostro paese e alla richiesta del ministro degli Esteri Luigi Di Maio di ” un perimetro europeo di sicurezza informatica “. “Aspettiamo di vedere come procederà esattamente – risponde con cautela l’ambasciatore – ma per noi Huawei rappresenta una minaccia alla sicurezza”. “I cinesi, il Partito comunista cinese avrebbero accesso al nocciolo dei loro centri nervosi – avverte Eisenberg – E non possiamo permetterci che gli altri importanti scambi che abbiamo con l’Italia attraverso ciascun canale possano avere accesso a un’altra parte”.

Eisenberg: “Huawei minaccia la sicurezza” (Video)

LIBIA – Gli Stati Uniti sperano che la Libia non diventi la scena di una guerra per procura tra Russia e Turchia e che le due potenze abbandonino il paese, restituendolo ai libici. “La Libia è importante per la pace e per il dossier sull’immigrazione per l’Italia e per tutta l’Europa – sottolinea il rappresentante dell’amministrazione Trump – Gli Stati Uniti ne sono consapevoli, stiamo lavorando in collaborazione con l’Italia per cercare di capire come negoziare tenere la Libia nelle mani dei libici e fermare l’immigrazione “. “Parliamo con voce forte e c’è una comunicazione costante con l’Italia sulla Libia che deve continuare – assicura Eisenberg – Speriamo che la Russia e la Turchia si risolvano e decidano di lasciare la Libia”.

Eisenberg: “Speriamo che Russia e Turchia lascino la Libia” (Video)

COVID – L’Italia è stata “un modello” nella “crociata” contro il coronavirus e, “sono fiducioso”, continuerà ad essere “un esempio”, afferma Eisenberg, rappresentante del paese più colpito al mondo per numero di casi e vittime. “Sono stato qui per tutto il periodo della pandemia. Dal giorno in cui ho messo piede in Italia e anche prima ho provato grande affetto per il paese – ricorda l’ambasciatore – Vivere qui durante Covid Ho poi aggiunto un’incredibile ammirazione, il popolo italiano è molto indipendente e forti, sono convincenti e allo stesso tempo indipendenti, ma hanno ascoltato insieme il governo, il presidente Conte, il ministro Di Maio, il Parlamento e il popolo ha agito insieme, tutti insieme “. “E così hanno ucciso questo virus maligno meglio di chiunque altro finora, l’Italia – riconosce l’ambasciatore – è un ottimo esempio di cosa fare e sono fiducioso che gli italiani continueranno ad essere un esempio all’avanguardia di questa crociata” .

READ  Atletico Madrid, Simeone: "Stagione lunghissima, stasera abbiamo dato tutto"

Eisenberg: “Modello italiano nella crociata contro Covid” (Video)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *