20 trasformatori per alimentare la più grande struttura COVID del mondo a Delhi

Il centro temporaneo è stato allestito su un’area coperta di 12,50.000 piedi quadrati.

Nuova Delhi:

Una vasta infrastruttura in grado di sopportare un carico di 18 MW e comprendente 22 km di cavi sotterranei e 20 trasformatori alimenterà la struttura di quarantena COVID-19 di 10.000 posti letto nel centro spirituale Radha Soami a Delhi sud, propagandato come il più grande del mondo , ha detto un portavoce della BRPL lunedì.

Il numero crescente di casi di coronavirus a Delhi ha reso necessario un urgente bisogno di aumentare i letti degli ospedali e le strutture di isolamento. Il centro temporaneo è stato allestito su un’area coperta di 12,50.000 piedi quadrati, delle dimensioni di circa 22 campi da calcio.

Il Primo Ministro Arvind Kejriwal e il suo vice Manish Sisodia hanno recentemente valutato i preparativi al centro. La realizzazione di un’infrastruttura di alimentazione in una struttura così grande richiede un’infrastruttura di potenza altrettanto massiccia.

BSES Rajdhani Power Limited (BRPL) è stata incaricata di preparare l’infrastruttura di alimentazione in un tempo record di 15 giorni, ha detto il portavoce del BRPL.

Attualmente, ha detto il portavoce della BRPL, 100 dipendenti e lavoratori discom sono schierati per installare la massiccia infrastruttura nel centro di Chhatarpur entro il 5 luglio.

“A BRPL è stato affidato il compito di fornire un carico elettrico di 18.000 KW. Per soddisfare questo imponente requisito di carico, oltre 100 funzionari e lavoratori in discom lavorano 24 ore su 24 sotto la diretta supervisione del team di dirigenti senior dell’azienda e in stretto coordinamento con il governo e altri dipartimenti “, ha detto.

BRPL sta installando quattro alimentatori 11KV dedicati, con una lunghezza di circa 5 km ciascuno ~ CHECK ~ per un totale di circa 22 km – usando la tecnologia trenchless, ha detto.

READ  Gli affari di Ronaldo, Dybala e Cazzetti

“Sono stati installati venti trasformatori da 1.000 KW per l’installazione della capacità di 20 MVA nelle quattro sedi nei locali. Le linee installate nella più grande struttura COVID del mondo sono conformi ai migliori standard internazionali e saranno controllate a distanza dal controllo di supervisione e Sala di accesso ai dati (SCADA) a Kalkaji. “

Per motivi di sicurezza, la maggior parte dei trasformatori utilizzati non richiede olio.

Il centro di quarantena riceverà elettricità dalla rete BSES Fatehpur Beri Grid con sufficiente ridondanza per garantire che il carico di potenza possa essere instradato attraverso la linea alternativa se una linea interviene, ha detto.

Inoltre, un team di risposta rapida con ingegneri senior sarà di stanza presso la sede 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per occuparsi di qualsiasi evenienza, ha aggiunto.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *