Usa 2020, la solitudine di Trump. Adesso anche i più fedeli gli chiedono di arrendersi. Melania pronta per il divorzio? – Corriere.it

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
Washington – Donald Trump ha trascorso un fine settimana di fiele, sfogando il suo umore giocando a golf nel suo club di Sterling, in Virginia. L’agenda ufficiale del presidente in carica è vuota da due giorni: nessun impegno previsto. Il leader sconfitto il 3 novembre non vuole concedere la vittoria a Joe Biden. Sebbene nelle ultime ore, segnala il Cnn, sua moglie Melania e il marito di Ivanka, Jared Kushner, avrebbero cercato di convincerlo a fare un passo indietro.

Il dramma di Paperino sta anche testando la coesione della sua cerchia ristretta. La famiglia non sembra più così vicina. L’ultimo tweet di Ivanka risale a venerdì 6 novembre: una blanda richiesta di contare tutti i voti. Da allora è scomparsa dalla scena. La stessa Melania ha fatto sapere, tramite il suo portavoce, che non rilascerà alcuna dichiarazione, nemmeno per smentire il inferenze dell’ultima ora, impossibili da verificare: sarebbe pronta a chiedere il divorzio.

Donald jr ed Eric Trump, invece, sono in trincea con gli stessi messaggi diffusi dal padre che continua a twittare: il voto è una frode, i democratici rubano le elezioni, Trump ha vinto se si contano i voti. Ancora una volta gli operatori della piattaforma sono intervenuti per segnalare il contenuto fuorviante di questi flash. Con il passare delle ore, la posizione di Trump si sta trasformando. Il leader americano ha scatenato la guerriglia giudiziaria, pensando di trascinare con sé tutto il suo clan, ovviamente il partito repubblicano e, soprattutto, la massa dei sostenitori. Sabato 7 novembre, giorno della vittoria di Biden, invece, le piazze si sono riempite di giovani, di sostenitori democratici. Abbiamo ballato e cantato tutto il giorno davanti alla Casa Bianca, tra cartelli disegnati a mano: Trump sei licenziato, Trump sei licenziato.

una frana che rischia di diventare una frana rovinosa per il presidente. Le rivelazioni di Cnn confermare quanto percepito tra sabato e domenica. Alla Casa Bianca e nell’Amministrazione cresce il gruppo di consiglieri che premono perché Trump chiami Biden e riconosca la vittoria, come è sempre accaduto nella storia recente del Paese.. Il Paperino si era immaginato a capo di un’offensiva giudiziaria epocale, dal finale clamoroso. Rischia di finire in un bunker con un pugno di lealisti, dominato dalla figura distruttiva dell’ex sindaco di New York, Rudy Giuliani, artefice delle trame più lapidate, a cominciare da quella su Biden e l’Ucraina.

8 novembre 2020 (modifica l’8 novembre 2020 | 20:22)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Barbara Matro

Barbara Matro

Linguista esperto e professionista della comunicazione con esperienza pluriennale lavorando su progetti di copywriting, transcreation, implementazione creativa e localizzazione per una vasta gamma di clienti e agenzie globali. Pensatore creativo, creativo e comprovata esperienza di lavoro sotto pressione con scadenze strette per soddisfare le aspettative del cliente e superarle. Spinto dallo spirito imprenditoriale, dallo scopo e dalla mentalità creativa per anticipare le esigenze del cliente e elaborare strategie personalizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *