Uefa, Ceferin duro sulla Super League: “Invenzione italiana di chi pensa di meritare più successo” | notizia

La pandemia Covid-19 sta mettendo alla prova l’intero sistema calcistico e non solo dal punto di vista finanziario. In sottofondo si parla di un possibile Superlega per i club più importante in Europa, ma potrebbe anche cambiare il futuro dieuropeo – già rinviata al 2021 – e ai campionati individuali. “Dobbiamo essere ottimisti – è intervenuto sulla questione presidente della Uefa Ceferin -. Concluderemo i campionati e giocheremo gli Europei, vedremo se con o senza spettatori. In Italia si parla di possibili playoff scudetto: “Non credo si possa proporre in un campionato”.

Sul tavolo Uefa non mancano certo proposte e problemi da risolvere, oltre che polemiche. Prima di tutto, però, la federazione internazionale si trova a gestire un momento molto difficile anche a livello organizzativo con ileuropeo all’orizzonte: “Sono sicuro che non si ripeterà una nuova emergenza, dobbiamo essere ottimisti – ha proseguito Ceferin -. Il nostro protocollo sanitario funziona e avere 13 giocatori a disposizione per una partita è un numero molto stretto, è vero, ma i problemi ce ne sono altri: stadi vuoti, quarantena, prove praticamente ogni giorno. L’alternativa è chiudere tutto, ma il mondo non si ferma ”.

In Italia c’è chi pensa di cambiare il format del campionato introducendo i playoff: “La decisione spetta ad ogni campionato, ma non credo che il modello utilizzato per le competizioni europee possa essere proposto nei singoli campionati. Non lo è. diritto di gareggiare tutto l’anno per poi essere eliminato perdendo una sola partita “. Sempre in qualche club italiano poi il La dura risposta di Ceferin riguardo alla Super League: “È un’invenzione italiana, non è una nostra proposta anche perché sarebbe uno dei progetti più noiosi del mondo. Ne parlano due o tre società che pensano di meritare di vincere più delle altre, ma che in realtà vincono poco. Non è una discussione seria, ucciderebbe il calcio e io sono fortemente contrario. “

Infine un commento sull’utilizzo del DOVE: “In alcuni campionati il ​​gioco è troppo frammentato e non va bene per il calcio. Per me ci sono seri dubbi su come interpretare il fallo di mano, il fuorigioco di uno o due centimetri e il portiere che viene sanzionato durante il calcio di rigore se lui supera la linea di porta di pochi centimetri “.

Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *