Trump esce dall’ospedale e saluta i suoi sostenitori. “Ho imparato molto su Covid”

BETHESDA (Maryland) – A bordo della “bestia”, il suv blindato presidenziale, Donald Trump saluta con la mano da dietro il finestrino gli almeno cento sostenitori che da venerdì presiedono il Walter Reed Military Medical Center dove è ricoverato. La maschera nera sul viso, la giacca sopra la camicia senza cravatta, il presidente è accompagnato da un medico completo di paravento, l’autista e un’unica scorta, entrambi con N95 sul viso. Il blitz dura il tempo di quel breve accenno: ma basta per mandare in visibilio i fan. Gridano “altri quattro anni”, altri quattro anni, ancora più forte. E le corna suonano ancora più vigorose di prima.

Certo, la scelta del presidente di lasciare la sua stanza d’ospedale, la suite super accessoriata dove si è già fatto fotografare al lavoro, è davvero una pausa da ogni abitudine. Trump parte infatti accompagnato da due sole auto di scorta: e senza preavviso il pool di giornalisti che ha il compito di coprire ogni mossa. Una decisione quasi sicuramente dell’ultimo minuto, annunciata solo pochi istanti prima via Twitter, proprio ai sostenitori in attesa là fuori, con un videomessaggio in cui li ringrazia dicendo: “Siete dei veri patrioti”. Affermando: “È stato un viaggio interessante, ho imparato molto su Covid, questa è la vera scuola”. E insistendo sul fatto che si sente già meglio, con tutto il rispetto per il fatto che i medici stanno somministrando il Desametasone, l’antinfiammatorio steroideo consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità solo in casi veramente critici e venerdì e sabato, ha rivelato il suo ieri. il dottor Sean Conley pressato dai giornalisti, aveva bisogno di ossigeno.

“Voglio ringraziarti personalmente, presto ti sorprenderò” ha detto nel video. Nessuno, però, si aspettava di vederlo, letteralmente, pochi istanti dopo. D’altronde l’apparizione è un messaggio molto chiaro alla sua base, ai Democratici e al mondo, un modo per dire che sto meglio e che sono ancora in corsa. Proprio come l’ultimo sondaggio Nbc / Wsj gli restituisce fino a 14 punti, scivolando al 39% nelle valutazioni mentre Joe Biden è addirittura in testa con 53.

“Se continua a migliorare in questo modo, il presidente tornerà alla Casa Bianca già lunedì per continuare le cure da lì”, ha detto domenica mattina il pneumologo Brian Garibaldi durante la conferenza stampa tenutasi ieri sulle scale dell’ospedale. E vedremo nelle prossime ore se il presidente è davvero pronto per tornare al lavoro.

ora in riproduzione ….

Media statunitensi: giovedì Trump positivo ma l’ha nascosto
Donald Trump si era sottoposto ad un test rapido che già giovedì aveva dato esito positivo per il coronavirus ma non lo aveva rivelato, in attesa dell’esito del tampone. Lo hanno riferito alcuni media statunitensi. Il presidente ha ricevuto il primo esito giovedì sera prima di comparire su Fox, dove però non ha detto nulla, semplicemente confermando che una delle persone a lui più vicine (Hope Hicks, ndr) era stata infettata ed era in attesa dell’esito del tampone nel sera o il giorno successivo. Poi ha annunciato la positività su Twitter verso l’una di venerdì sera. Trump aveva chiesto il silenzio al suo primo test, tanto che neppure il suo leader della campagna, Bill Stepien, sapeva che giovedì mattina l’aiutante stretto del presidente, Hope Hicks, era risultato positivo.

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *