Tesla Autonomous Driving impazzisce davanti al logo Coop

Negli ultimi anni Tesla ha investito ingenti somme per creare, e successivamente migliorare progressivamente, il suo sistema di guida autonoma, denominato Autopilot. Tuttavia, questo non significa che non possano esserci incomprensioni ed errori della giovinezza.

Come è successo più volte in passato, il proprietario di un’auto elettrica californiana ha registrato un comportamento peculiare della sua Tesla, pubblicandolo poi sui social. Noterai di persona grazie al video in fondo alla pagina che le telecamere di bordo dell’EV hanno individuato altrettanti semafori in due striscioni promozionali verticali di Coop.

Ciò è dovuto a un aggiornamento della Guida Autonoma rilasciato pochi mesi fa, per il quale i veicoli elettrici di Elon Musk riconoscono i segnali stradali, compresi i semafori, che interrompono la corsa o si riavvia quando la luce verde si accende parzialmente o completamente automaticamente.

Le telecamere Tesla in basso hanno quindi confrontato il pattern del logo Coop con quello di un semaforo per via dei cerchi arancioni o rossi sovrapposti. Il sistema si è quindi confuso e ha informato il guidatore della presenza di due luci rosse tramite l’ampio display nell’abitacolo.

La cosa buffa è che, a causa del vento che muoveva gli striscioni, l’auto ha cambiato il colore del semaforo da rosso a giallo e viceversa, mentre di tanto in tanto si è addirittura spinto a disattivarlo. Chiaramente, non preoccuparti troppo, poiché la versione del software è ancora in Beta e ci saranno aggiornamenti correttivi nel prossimo futuro.

A questo proposito gli ingegneri del software del veicolo del marchio Fremont hanno deciso di inviare un messaggio sullo schermo a tutti gli utenti della versione Beta per consigliare loro di non distrarsi durante l’utilizzo della Guida Autonoma, che può avere l’effetto indesiderato di rendere i guidatori meno attenti.

Nel caso foste curiosi di capire come funziona il sistema di Elon Musk basato su sensori e intelligenza artificiale, vi rimandiamo sicuramente ad alcuni video pubblicati dagli utenti: ecco la guida autonoma di Tesla in azione. Infine, per chi non segue da vicino il mondo automobilistico, segnaliamo che Elon Musk, che ricordiamo essere l’amministratore delegato del marchio, vuole lanciare un servizio chiamato “Robotaxi”. Sfrutterà la variante definitiva del software attuale per la spedizione negli Stati Uniti un milione di taxi senza conducente.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *