Sono stati rilasciati Pierluigi Maccalli e Nicola Chiacchio

Pierluigi Maccalli, sacerdote originario di Crema (provincia di Cremona), e Nicola Chiacchio, turista italiano di cui si ignora il rapimento, sono stati rilasciati in Mali dopo essere stati rapiti da gruppi estremisti in tempi e luoghi diversi. I due italiani sono stati rilasciati insieme alla cooperativa francese Sophie Pétronin e all’ex ministro del Mali, Soumaila Cisse. La notizia, inizialmente data dal governo maliano, è stata confermata con una nota del ministero degli Esteri italiano.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha scritto su Twitter che il rilascio dei due ostaggi è stato reso possibile anche da Aise, il servizio segreto estero italiano.

Padre Maccalli era stato rapito nella notte tra il 17 e il 18 settembre 2018 a Bomoanga, Niger, dove era missionario della Society of African Missions. Non si sa quasi nulla di Chiacchio e del suo rapimento.

I due erano apparsi insieme in un video pubblicato in aprile da Futuro. Il loro rilascio, ha scritto Repubblica, è venuto dopo che il governo provvisorio del Mali ha rilasciato un centinaio di jihadisti lo scorso fine settimana. Non è chiaro se i due eventi siano correlati.

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *