soldi in cambio del silenzio

Il segretario storico di Papa Giovanni Paolo II, avrebbe insabbiato atti di pedofilia nella Chiesa, all’insaputa di Wojtyla.

Il Cardinale Stanislaw Dziwisz era già al centro delle indagini sulla pedofilia nella Chiesa polacca, ora sono emersi nuovi dettagli che lo vedrebbero coprire anni di abusi. A trasmetterlo, una TV del Paese.

La nuova bomba lanciata dalla tv polacca vedrebbe infatti Dziwisz accettare tangenti in cambio del silenzio sugli abusi sessuali. A volte era la persona che le eseguiva a pagare il cardinale.

“Rinnovo la mia proposta di una commissione indipendente per valutare l’attività della Chiesa nei temi toccati da Tvn24”, ha dichiarato l’ex segretario di Giovanni Paolo II.

Leggi anche >>> Pedofilia: il cardinale George Pell condannato a 6 anni di carcere

Pedofilia: perché il Vaticano taceva

Un bel ritratto del cardinale Dsziwisz non esce dalle ricerche dell’emittente Tvn24, che ha intervistato alcuni testimoni secondo i quali era vicino ai Legionari di Cristo e al Cardinale di Washington, già espulso dallo Stato della Chiesa. Il cardinale polacco che si dichiara innocente, invece, spiega che l’unica cosa che vuole è il bene delle vittime e la giustizia per loro.

Il primo accusatore è stato tale Janusz Szymik, maltrattato per molti anni. Secondo quest’uomo, la molestia è stata effettuata da un prete: Jan Wodniak. Szymik avrebbe scritto molte volte al cardinale Dsziwisz per denunciare le molestie dal 1984 al 1989, senza mai ricevere risposte. Nel frattempo, il delegato dell’Episcopato per la protezione dei minori aveva fatto un primo appello alla Santa Sede, per indagare sui vescovi che tacciono troppo sull’argomento.

Negli ultimi anni gli stessi fedeli si sono appellati proprio a Papa Bergoglio, circa 635 persone. Papa Francesco, intransigente su questo argomento, ha più volte fatto sapere di voler combattere gli abusi all’interno della Chiesa, e anche eventuali situazioni di silenzio, nel 2019.

Leggi anche >>> Testimoni di Geova: “coprono i pedofili, io vorrei andarmene ma poi mi rubano la famiglia”

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *