Siria, raid israeliano su un sito militare iraniano: morti e feriti – Corriere.it

Nuovi venti di guerra in Medio Oriente. Nelle prime ore di mercoledì 18 novembre, l’agenzia di stampa Sana ha diffuso la notizia di un attacco aereo israeliano in Siria. Secondo quanto riferito da fonti militari, il sistema di difesa aerea di Damasco ha cercato di contrastare il raid che ha però provocato la morte di tre soldati e diversi feriti.

Un paio d’ore dopo un portavoce delle forze israeliane ha confermato l’attacco, spiegando che i missili hanno colpito un sito militare controllato congiuntamente dalle truppe siriane e iraniane. Il raid è stato ordinato dopo che le truppe di Tel Aviv hanno scoperto bombe collocate ai lati di una strada lungo il confine. Secondo l’intelligence israeliana, le bombe erano state piazzate da un commando siriano guidato da istruttori militari iraniani. Da qui la decisione di colpire il sito bombardato, dove erano immagazzinati materiali bellici e dove – secondo un portavoce dell’esercito israeliano – operavano anche i soldati iraniani. L’azione è arrivata in un momento di grande tensione, dopo che il New York Times ha svelato nei giorni scorsi l’intenzione (per ora restituita) del presidente Donald Trump di attaccare l’Iran in questa delicata fase politica americana, ancor prima che venga risolta la questione della transizione che dovrebbe portare Joe Biden, presidente eletto, alla Casa Bianca.

18 novembre 2020 (modifica il 18 novembre 2020 | 04:45)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *