Proteggiti con questo articolo e il tuo cellulare non ti farà più del male

Viviamo completamente immersi in un mare di onde elettromagnetiche di cui non sentiamo nulla. In realtà, i campi elettromagnetici sono naturalmente presenti sul pianeta. L’estremo sviluppo di molte tecnologie, tuttavia, ne ha ampliato la portata e la potenza. Pertanto, è tempo di proteggerci da quei campi che potrebbero creare conseguenze negative per la salute a lungo termine. Quindi proteggiti con questo articolo e il tuo cellulare non ti farà più del male.

Una soglia da non superare

Ogni telefono cellulare emette una certa quantità di radiazioni elettromagnetiche. Il SAR o tasso di assorbimento specifico regola la radiazione. Semplificando il concetto, è un metodo utilizzato per misurare la velocità con cui il corpo umano assorbe la radiazione elettromagnetica emessa da una particolare sorgente radioattiva. La radiazione massima consentita dalle normative europee è di 2W / Kg. Tutti gli smartphone emettono meno di questa soglia. Alcuni modelli, tuttavia, si avvicinano. Proteggiti con questo articolo e il tuo cellulare non ti farà più del male

Consigli generali su come difendersi dalle radiazioni

Proteggersi dalle radiazioni è una priorità, a lungo termine è in gioco la nostra salute. Ecco alcuni consigli generali.

Quando parliamo al telefono, facciamolo con il vivavoce o con le cuffie, in modo da allontanare lo smartphone dall’orecchio. Non posizionare il telefono vicino a determinati punti del corpo, come il bacino o l’area del cuore. Sono parti molto sensibili ed è meglio evitare il contatto continuo dello smartphone. Quindi proteggiti con questo articolo e il tuo cellulare non ti farà più del male.

Qualche consiglio specifico

Come accennato, il nostro pianeta e tutti noi esseri viventi abbiamo il nostro campo magnetico naturale. Con il progresso della tecnologia, sono stati introdotti campi magnetici artificiali che superano di gran lunga la potenza di quelli naturali. Il nostro corpo e non solo, soffre ed è urgente la necessità di proteggersi da questa vera invasione di onde dannose.

Secondo alcune teorie olistiche e alternative come la cristalloterapia, alcune pietre in natura hanno la capacità di abbassare notevolmente l’influenza negativa della radiazione magnetica. Uno di questi sarebbe la shungite. È un minerale molto speciale perché ha un tipo di struttura unico al mondo, chiamato allotropico. Secondo i sostenitori di queste teorie, è questa struttura molecolare che conferisce alla shungite le sue formidabili caratteristiche. In altre parole, avrebbe la capacità di assorbire forti radiazioni artificiali e trasformarle in campi magnetici biocompatibili, come quelli che esistono in natura.

Inoltre, la sua struttura non verrebbe mai indebolita da forti radiazioni, rimanendo sempre attiva. Avere una pietra in tasca, o vicino al computer potrebbe liberarci dai danni che derivano dall’uso prolungato di questi dispositivi come affaticamento, stress ecc. quarzo rosa avrebbe capacità protettive dalle radiazioni elettromagnetiche. Va ricordato che questa informazione sulle pietre è ottenuta da visioni alternative e olistiche della vita, che non sempre coincidono con la visione strettamente scientifica.

(Vi ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze al riguardo, che possono essere consultate chi”)

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *