Professore decapitato vicino a Parigi, ha arrestato 4 persone tra cui un minorenne

Quattro persone, tra cui una minorenne, sono state fermate dalla polizia nella notte per la morte di il professore di storia decapitato vicino a un college a Conflans-Sainte-Honorine, un sobborgo occidentale di Parigi.

Al termine delle lezioni, ieri pomeriggio, un ragazzo di 18 anni nato a Mosca di origine cecena, ucciso dalla polizia municipale allertata da alcuni testimoni, ha decapitato il professore con un coltello gridando “Allah Akhbar”.. Le immagini dell’insegnante decapitato sono state poi postate sul profilo Twitter dell’aggressore con un messaggio di rivendicazione: “Allah, ho ucciso un cane infernale che ha osato offuscare il tuo nome”.

Si dice che queste persone provengano dalla cerchia familiare dell’attaccante ucciso dalla polizia.

La vittima è un professore di storia, Samuel P., che nei giorni scorsi aveva mostrato in un liceo le vignette di Maometto pubblicate da Charlie Hebdo, in occasione del processo ai responsabili della strage del 7 gennaio 2015. Il La lezione del professore aveva suscitato proteste da parte dei genitori di alcuni studenti.

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *