Mondiali di ciclismo, Imola: Live – 7 uomini in fuga, il gruppo controlla

Circuito di 28,8 km da ripetere 9 volte, toccando così i 260 km totali. Il gruppo controlla i sette in anticipo

13.30 – 125 km all’arrivo

5’30 “il ritardo del gruppo. Quinto passaggio sulla salita Gallisterna. La fuga comincia a perdere unità. Restano in cinque, staccato Grosu.

13.20 – 130 km all’arrivo

Vantaggio della fuga al 6 ‘. Tra i leader l’austriaco Marco Friedrich ha perso il contatto. In testa restano Jonas Koch (Germania), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico), Torsten Traeen (Norvegia), Daniil Fominykh (Kazakistan).

13.10 – 137 km all’arrivo

6’30 “il vantaggio della fuga sul gruppo. L’Italia continua a correre nascosta. Azzurri nel ventre del gruppo. Ricordiamo la composizione della nostra Nazionale: Vincenzo Nibali, Diego Ulissi, Damiano Caruso, Andrea Bagioli, Fausto Masnada , Giovanni Visconti Alberto Bettiol, Gianluca Brambilla.

13.00 – 142 km all’arrivo

Il quinto round è iniziato. Siamo vicini a metà gara. Sempre 7 ‘il vantaggio dei latitanti.

12.50 – 150 km all’arrivo

Polonia, Svizzera, Slovenia e Belgio guidano il gruppo. Tentano di tenere i capitani avanti. Intanto il vantaggio dei latitanti è salito a quasi 7 ‘.

12.45 – 155 km all’arrivo

Il danese desidera, ripreso dal gruppo. Sarebbe stato un tentativo irrealistico di recuperare da soli oltre 6 ‘ai fuggitivi.

12.42 – 156 km all’arrivo

Un pilota danese scappa dal gruppo dei favoriti: è il numero 5 Mikel Honore.

12.37 – 158 km all’arrivo

La guida dei sette uomini al comando risorge. Gruppo a 6’15 “.

12.27 – 165 km all’arrivo

Fase stazionaria della corsa. Vantaggio della fuga di 5’30 “.

12.17 pm – 170 km all’arrivo

Il gruppo passa anche sotto il traguardo in pista. Ritardo di circa 5 ‘. Quarto round iniziato. Quanto al forfait di Lutsenko, vincitore di una tappa al Tour de France, la Federazione ciclistica kazaka ha comunicato a COVID-19 la positività del corridore.

12.10 – 175 km all’arrivo

I fuggitivi sono in pista, stanno per concludere il terzo giro. Ce ne saranno altri sei. Il loro vantaggio è di 5 ‘.

12.05 – 180 km all’arrivo

Nel gruppo dei favoriti le squadre iniziano ad organizzarsi. Un’altra domanda riguarda chi ha fatto la scelta migliore per prepararsi all’evento: resistere alla Grande Boucle o gareggiare in altre gare in vista della Corsa Rosa?

11.58 – 185 km all’arrivo

Il vantaggio dei sette gradini cade di nuovo. Ora il gruppo insegue al 5 ‘.

Ore 11.54

C’è molta curiosità intorno al primo e al secondo classificato dell’ultimo Tour de France. Viene da chiedersi se Tadej Pogacar e Primoz Roglic, che difendono i colori della Slovenia, abbiano recuperato dalla fatica.

11.48 – 188 km all’arrivo

Dopo tanti chilometri, il vantaggio dei fuggitivi scende sotto i 6 ‘. Adesso il gruppo ha alzato il ritmo. Oltre alla Svizzera, anche la Danimarca ha assunto il comando delle operazioni. Il suo capitano è Jakob Fuglsang, un altro uomo da tenere d’occhio. Per ora l’Italia corre nascosta.

11.38 – 195 km all’arrivo

Invariato il vantaggio dei fuggitivi, che si è stabilizzato a 6’10 “. Ricordiamo i sette protagonisti: Castillo (Messico), Traeen (Norvegia), Friedrich (Austria), Koch (Germania), Fomynkh (Kazakistan), Arashiro (Giappone) , Grosu (Romania).

11.31 – 198 km all’arrivo

Anche il gruppo è entrato in pista. La Svizzera tira, guidata da Silvan Dillier. Ricordiamo che lo svizzero vanta un prestigioso secondo posto alla Parigi-Roubaix nel 2018, alle spalle di Peter Sagan.

11.25 – 200 km all’arrivo

E ‘iniziato il terzo giro per i fuggitivi, appena passati sotto il traguardo situato nell’autodromo di Imola. 6’20 “il vantaggio.

11.20 – 205 km all’arrivo

Diversi uomini oggi possono aspirare alla maglia iridata. Tra questi il ​​belga Wout van Aert.

11.15 – 210 km all’arrivo

Secondo gradino della salita Gallisterna per il gruppo. Pendii difficili, fino al 18% e strada stretta. Nelle fasi cruciali della gara sarà necessario correre davanti. 6’10 “il vantaggio dei fuggitivi.

11.00 – 215 km all’arrivo

Il divario tra il leader e il gruppo è rimasto invariato. Dietro l’attiva Svizzera, squadra di uno degli uomini più attesi: Marc Hirschi. Per il momento in gara non piove e il vento non è così forte.

10.45 – 225 km all’arrivo

I latitanti affrontano per la seconda volta la salita Mazzolano. Il vantaggio sul gruppo dei favoriti è aumentato a 6’30 “.

10.35 – 232 km all’arrivo

Aumenta il vantaggio dei latitanti, quasi 5 ‘. Questi uomini non fanno paura e il gruppo lo lascia andare. Quasi completato il primo dei nove giri previsti.

Ore 10.20

Behrane (Eritrea), Arndt (Germania) e Lutsenko (Kazakistan) non sono partiti.

10.15 – 245 km all’arrivo

La fuga è iniziata. Ce ne sono sette: Castillo (MEX), Traeen (NOR), Friedrich (AUT), Koch (GER), Fomynkh (KAZ), Arashiro (JAP), Grosu (ROM). Il vantaggio è subito evidente: 3’35 “.

9.56 – 256 km all’arrivo

Al via la prova online del mondiale di ciclismo maschile.

Il giorno è oggi. Va in scena a Imola il 13 ° Mondiale di ciclismo organizzato in Italia e la missione della Nazionale è quella di riportare nel nostro Paese quel titolo che mancava dal 2008, quando Ballan trionfò a Varese. La missione non è impossibile, ma allo stesso tempo è molto difficile.

LA GARA

Partenza (ore 9.45) e arrivo all’Autodromo di Imola, circuito di 28,8 km da ripetere 9 volte, toccando così i 260 km totali. Il rischio di pioggia è diminuito, ci sono 177 corridori al via e il percorso ha due salite di riferimento, Mazzolano e Cima Gallisterna.

I NOMI

Ecco gli azzurri ei numeri: 17 Bagioli, 18 Bettiol, 19 Brambilla, 20 Caruso, 21 Masnada, 22 Nibali, 23 Ulissi, 24 Visconti. I preferiti? Wout van Aert guida il belgio e ha preso l’argento nella cronometro. Considerando che nella seconda parte è andato più veloce di Ganna… fa paura. Altri nomi da seguire: Alaphilippe, Fuglsang, Hirschi, Kwiatkowski, ma ovviamente anche (soprattutto) il duo sloveno Pogacar-Roglic.

Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *