Le incerte borse europee e gli account Netflix negli Stati Uniti sono deludenti

AGI

L’allarme di Sala: “Se scoppia la pandemia a Milano l’effetto è dirompente”

AGI – Massima attenzione per arginare l’ondata di virus che si sta diffondendo nelle metropoli. Perché “se la pandemia scoppia in una grande città” come Milano “l’effetto è dirompente”. L’avvertimento arriva dal sindaco Giuseppe Sala, intervenuto alla radio e sui social per rassicurare i cittadini e dire loro che farà tutto il possibile “per tutelare Milano”. “Sono vicino alla fine del mio mandato ma per me adesso l’idea del consenso, del futuro, conta zero. Per me ora conta solo una cosa: il bene della mia città, l’amore per la mia città, la protezione dei miei cittadini “” La situazione è oggettivamente grave e non posso stare qui e voltare le spalle – prosegue – dobbiamo fare le cose con buon senso “. Tra questi c’è il coprifuoco che partirà in Lombardia da giovedì, dalle 23 alle 5, e le altre misure previste dall’ordinanza regionale. Il Milan non può pagare questo prezzo “Il quadro è questo: adesso c’è un aumento dei ricoveri in Lombardia tranne tre province, Bergamo, Brescia e Cremona, perché lì c’è una sorta di immunità. Ma che prezzo hanno pagato per arrivarci? non posso pagare questo prezzo, date le sue dimensioni avrebbe un grosso problema “. Ricorso agli over 65: ‘stare a casa’ Da qui l’appello del sindaco a restare a casa, rivolto soprattutto agli over 65. “Poco fa ho parlato con il professor Remuzzi che mi ha detto che in Italia ci sono stati fino ad oggi 36mila morti, e di questi, 33mila sono over 65. Quindi – sottolinea – si distingue tra chi è contagiato e chi purtroppo se ne va. us. penne “. “Dobbiamo tutelare quella fascia di età. Allora rivolgo un invito agli over 65: ‘state a casa adesso, vedete poche persone, purtroppo rinunciate ai vostri cari, ma siete i più a rischio'”. Coprifuoco in tante grandi città Quanto alla polemica sul coprifuoco “, questa idea di chiusura serale – precisa Sala – non è una follia nata in Lombardia, oggi Parigi è chiusa dalle 21 alle 6 per un mese, io ero a Londra tre settimane fa e alle 22 i ristoranti chiudono, Barcellona ha i centri commerciali chiusi da 10 giorni. Quindi le grandi città ora hanno questo tipo di rischio, purtroppo lo è “. “Sull’Area B probabilmente torneremo sui nostri passi” Nel frattempo, per soddisfare le esigenze dei cittadini, le telecamere dell’Area B, la zona a traffico limitato senza accesso per i veicoli più inquinanti e per quelli di lunghezza superiore ai 12 anni, potrebbero girare dai contatori che trasportavano merci, tornati in funzione dopo mesi, il 15 ottobre. “Non ho problemi in Area B e probabilmente – annuncia – torneremo sui nostri passi, perché in questo momento ha senso”. Mentre no stop per le telecamere dell’Area C. Il governo aiuta il commercio Le nuove restrizioni per il contenimento del coronavirus incidono pesantemente sulle attività economiche. Il sindaco lo riconosce e spera in un intervento del governo. Il coprifuoco “è chiaro che toccherà, toccherà, una sezione del commercio e io – dice Sala – urlo al Governo affinché questa banda in particolare in questo momento sia protetta e aiutata”.

Barbara Matro

Barbara Matro

Linguista esperto e professionista della comunicazione con esperienza pluriennale lavorando su progetti di copywriting, transcreation, implementazione creativa e localizzazione per una vasta gamma di clienti e agenzie globali. Pensatore creativo, creativo e comprovata esperienza di lavoro sotto pressione con scadenze strette per soddisfare le aspettative del cliente e superarle. Spinto dallo spirito imprenditoriale, dallo scopo e dalla mentalità creativa per anticipare le esigenze del cliente e elaborare strategie personalizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *