la madre picchia la figlia di 3 anni dopo un’overdose di psicofarmaci

La piccola Lisa è stata ritrovata dal padre che, tornando a casa per pranzo, ha scoperto la terribile verità

Natalia Petunina, 35 anni di origine russa, è sotto accusa per uccidendo sua figlia di tre anni, Lisa Petunina, martellandola. La donna è attualmente in condizioni critiche in ospedale dopo aver tentato di togliersi la vita.

L’ha uccisa durante un’overdose di droghe

Secondo i resoconti dei media locali, Natalia ha attaccato Lisa venerdì dopo aver preso una dose massiccia di antidepressivi mentre erano soli nel loro appartamento nella città di Kirovgrad, in Russia..

L’ufficio del procuratore locale lo ha specificato la bambina è stata trovata senza vita in una pozza di sangue da suo padre Vladimir pochi minuti dopo l’orribile morte. L’uomo, che era tornato a casa dopo il lavoro per il pranzo, ha chiamato l’ambulanza sotto shock nella vana speranza di poter salvare la figlia, che purtroppo quando sono arrivati ​​i paramedici era già morta. Dall’analisi forense condotta sul cadavere, la piccola vittima è morta dopo essere stata più volte colpita con un martello in testa. La Petunina, dopo l’orribile omicidio, ha tentato di togliersi la vita sulla scena del crimine, solo per essere ricoverata in ospedale dove sta lottando tra la vita e la morte.

Il comitato investigativo della regione di Sverdlovsk ha avviato un procedimento penale contro la madre, accusato di omicidio di minorenne. La donna, se condannata, rischia circa 20 anni di carcere.

I parenti di Petunina hanno confermato che la donna, affetto da depressione, assumeva farmaci antidepressivi, che aveva assunto quel giorno in grande capacità prima di consumare l’aggressività.

Leggi anche -> La madre abusa sessualmente del figlio di 12 anni e lo minaccia: arrestato

Leggi anche -> Bambino di 8 mesi trovato in un cassonetto con le mani bruciate: baby sitter indagata

Leggi anche -> Bambino di tre anni si spara accidentalmente in faccia con la pistola dei genitori: è morto in ospedale

Leggi anche -> Le strappano il bambino dal grembo, muoiono entrambi: “Era Satana in persona”

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *