Incentivi, 3.500 euro per la trasformazione da auto termica ad auto elettrica

Un emendamento al decreto di agosto in corso di conversione in legge al Senato stanzia i fondi per il retrofit

Incentivi fino a 3.500 euro per trasformare l’auto con motore termico in un veicolo con propulsione 100% elettrica. E ‘questo il provvedimento di un emendamento al dl di agosto approvato in commissione Bilancio del Senato. Il decreto di agosto, che vale una dotazione di 25 miliardi, deve ancora essere convertito in legge entro il termine del 13 ottobre, pena la decadenza del provvedimento. Il dl di agosto ha istituito anche i tanto attesi incentivi per l’acquisto di auto nuove con emissioni superiori a 60 g / km di anidride carbonica: basti pensare che il supporto alle immatricolazioni di veicoli con emissioni comprese tra 91 e 110 g / km di CO2 è stato Consumato in una settimana a settembre, ma in legge di bilancio si parla di rifinanziamento. È invece in discussione a Palazzo Madama la legge di conversione di agosto, che contiene l’emendamento approvato sulla trasformazione elettrica delle auto termiche; il suo arrivo in Aula è previsto lunedì 5 ottobre; dopo il voto al Senato (probabilmente di fiducia) la legge dovrà tornare alla Camera per il sì definitivo. Si tratterebbe di un vantaggio simile a quello già in vigore in Francia dallo scorso 4 agosto, che però, oltre le Alpi, raggiunge la cifra di 5mila euro.

come funziona l’incentivo

“Grazie al mio emendamento, abbiamo introdotto un nuovo incentivo per il 2020 per favorire la trasformazione delle auto con motore a combustione interna in auto elettriche. L’incentivo consiste nel riconoscimento di un contributo pari al 60% del costo di riqualificazione, fino a un massimo di 3.500 euro ”, spiega Daniele Pesco (M5S), presidente della Commissione Bilancio del Senato. Per il retrofit sono stati previsti 40 milioni, derivanti dal fondo di 90 milioni per l’installazione delle colonnine di ricarica contenuto nel mese di agosto.

La norma e i costi medi

In Italia la materia della trasformazione dell’auto, da termica a elettrica, è regolata dal cosiddetto decreto Retrofit del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (decreto ministeriale 219 del 2015). Una volta accertata la fattibilità dell’intervento, sono molte le variabili che incidono sui costi. Tuttavia, in media per la trasformazione, senza batteria, l’esborso può essere compreso tra i 5 ei 7mila euro. Una cifra a cui va aggiunta quella per gli accumulatori, la parte più costosa da acquistare. Anche qui, in media, si passa dai 5mila euro per una batteria da 10 kWh ai 10mila euro per una batteria da 20 kWh. Cioè, la trasformazione potrebbe costare dai 10 ai 17mila euro.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *