Il fondatore di Twitter investe in Satispay. Dagli USA 18 milioni di euro per la start up italiana

Square, una società fintech statunitense creata dal co-fondatore di Twitter, Jack Dorsey, ha investito 18 milioni di euro nella start up italiana Satispay. L’investimento avverrà mediante la sottoscrizione di un aumento di capitale del valore complessivo di 68 milioni di euro. La società ha annunciato che il forte interesse da parte degli investitori, compresi quelli cinesi, ha portato gli azionisti a vendere una quota di minoranza a nuovi azionisti, per un valore complessivo di 25 milioni di euro.

Suqare è quotata a Wall Street e capitalizza 86 miliardi di dollari, con un valore che da inizio anno è triplicato. Il settore dei pagamenti digitali ha conosciuto un boom durante la pandemia con il moltiplicarsi degli acquisti online effettuati da cittadini soggetti a blocchi. Fondata nel 2013 da tre giovani cuneesi, Satispay è oggi presente con le sue applicazioni per pagamenti e trasferimenti di denaro, anche in Germania. Il fatturato è di circa 17 miliardi di euro, con oltre 100 dipendenti. Jack Dorsey, 44 anni e madre di origini italiane, ha fondato Twitter nel 2006.

Il fatto economico – Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tutto questo lavoro, però, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo vi chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

La corsa di Bitcoin, + 56% in un mese e un nuovo record storico all’orizzonte. Oggi vale 18mila dollari l’uno

Il prossimo


Antonia Angelo

Antonia Angelo

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *