Giro d’Italia, 20 ° tappa: Ballerini all’attacco, il gruppo controlla | il diretto

Borgo alpino con oltre 3500 metri di dislivello, 190 km da Alba a Sestriere. Ultimo confronto in salita tra i big prima della crono di Milano

15:22 – 29 km all’arrivo

Vincenzo Nibali riprende il gruppo maglia rosa. Dennis, Geoghegan Hart e Hindley stanno riassorbendo tutti i fuggitivi della giornata. Sono a 1’30 “dalla testa della gara. Kelderman perde 30” per le due Ineos e il compagno di squadra.

15.09 – La corsa esplode

Ne rimangono tre, la stessa della tappa Stelvio. Dennis stabilisce il ritmo per Geoghegan Hart, poi Hindley. La maglia rosa di Kelderman è con Bilbao, Almeida e Pozzovivo.

15.06 – 30 km all’arrivo

Siamo in salita. Le carte si mischiano Ballerini ora ha un vantaggio di 40 “su Rubio, Gebreigzabhier, Serry e Honoré. Questi ultimi, compagni di battistrada, non tirano. Intanto nel girone della Maglia rosa, Prima Ganna e ora Dennis stanno sciogliendo il girone. Fuglsang e Nibali.

14.56 – 34 km all’arrivo

Cimolai, Sobrero e Viviani ripresi dalla grande rosa. Pedalata agile per Davide Ballerini.

14.54 – 35 km all’arrivo

I primi tre inseguitori di Ballerini sono McNulty, Bouchard e Fiorelli.

14.51 – 37 km all’arrivo

I seguaci di Ballerini si dividono in due gruppi. Il primo a 40 “, l’altro a 55”. Gruppo Maglia rosa a 4’30 “, che ha riassorbito Arnaud Démare.

14.47 – Discesa completa

Grande azione di Davide Ballerini (Deceuninck-Quick-Step), che in discesa ha guadagnato oltre 40 “sugli altri attaccanti. Gruppo Maglia rosa a 4’30”.

14.42 – 45 km all’arrivo

Battistrada e gruppo jersey di discesa. Strada ampia e asciutta. Plotone della grande rimonta, vantaggio intorno ai 4 ‘. C’è grande curiosità intorno a Jai ​​Hindley, a detta di molti il ​​più forte in salita. Ascoltiamo la sua opinione.

14.36 – 51 km all’arrivo

Passa primo al GPM l’azzurro Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè). Secondo Davide Ballerini (Deceuninck-Quick-Step), terzo il francese Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale). Battistrada che si lanciano in discesa. Gruppo maglia rosa composto da meno di 50 unità.

14.33 – 52 km all’arrivo

Ricordiamo i nomi dei 17 battistrada: Davide Ballerini, il danese Mikkel Honoré e il belga Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step), Andrea Vendrame e il francese Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), lo sloveno Jan Tratnik (Bahrain-Merida ), Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè), il polacco Kamil Malecki (CCC), l’estone Tanel Kangert (EF), il francese Simon Guglielmi (Groupama-FDJ), il britannico Matthew Holmes (Lotto Soudal), l’americano Brandon McNulty (UAE-Emirates), Davide Villella e lo spagnolo Einer Augusto Rubio (Movistar), l’eritreo Amanuel Gebreigzabhier, i francesi Julien Bernard e Nicola Conci (Trek-Segafredo).

14.28 – 55 km all’arrivo

Dal gruppo dei battistrada si stacca anche Matteo Sobrero (NTT Pro Cycling), che si trova a circa 3 km dal GPM (seconda categoria). 17. Buona anche la selezione nel gruppo Maglia rosa. Hanno rinunciato a tutti quei piloti che oggi non hanno ambizioni di successo o di classifica generale.

2.21 pm – 57 km all’arrivo

Siamo in salita, lungo la prima salita verso Sestriere. Ancora una volta staccati i tre velocisti puri presenti tra i battistrada: Cimolai, Viviani e Démare. In testa alla gara restano 18. Ora la Ineos Grenadiers guida il gruppo della maglia rosa. Puccio davanti, dietro Ganna.

14:15 – 60 km all’arrivo

All’Astana è rimasto un solo uomo in testa al plotone della Maglia Rosa. Saranno poi gli Ineos Grenadiers, già schierati, a prendere le redini della corsa.

14.09 – 65 km all’arrivo

Sono tornati Démare, Viviani e Cimolai. Gruppo di testa ancora formato da 21 corridori.

13.59 – 69 km all’arrivo

Oggi la maglia rosa di Kelderman dovrà difendersi dagli attacchi di Ineos Grenadiers, in particolare di Tao Geoghegan Hart, terzo in classifica, a soli 15 “dall’olandese della Sunweb. Ascoltiamo il parere di Davide Cassani, capo del squadra nazionale di ciclismo.

13.52 – 71 km all’arrivo

Sembra che i grandi nomi vogliano mantenere chiusa la gara. Sia il gruppo che i battistrada sono in salita, ma la prima salita al Sestriere inizierà a Pragelato, quando mancano circa 63 km all’arrivo. Intanto, tra i 21 latitanti, inizia la selezione e Viviani, Démare e Cimolai si staccano.

13:45 – 75 km all’arrivo

Il girone della Maglia Rosa è a 5’30 “dalla rosa dei 21 fuggitivi. La squadra dell’Astana, guidata dal capitano danese Fuglsang, tiene un buon passo.

13.38 – 78 al traguardo

5’54 “il vantaggio della fuga quando mancano 78 km e la strada inizia a salire. Questi sono i 21 leader: Davide Ballerini, il danese Mikkel Honoré e il belga Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step), Andrea Vendrame il francese Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), lo sloveno Jan Tratnik (Bahrain-Merida), Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè), il polacco Kamil Malecki (CCC), Elia Viviani (Cofidis), l’estone Tanel Kangert ( EF), il francese Arnaud Démare e il connazionale Simon Guglielmi (Groupama-FDJ), Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), il britannico Matthew Holmes (Lotto Soudal), l’americano Brandon McNulty (Emirati Arabi Uniti), Davide Villella e lo spagnolo Einer Augusto Rubio (Movistar), l’eritreo Amanuel Gebreigzabhier, Matteo Sobrero (NTT), i francesi Julien Bernard e Nicola Conci (Trek-Segafredo).

13.26 – 6’22 “il vantaggio

84 km al traguardo, i 21 attaccanti hanno 6’22 “di margine sul gruppo maglia rosa. 46,7 km / h la media della gara. Queste le parole di Matteo Fabbro (Bora – Hansgrohe) prima del via.

13.09 – 94 all’arrivo

6’58 “il vantaggio dei 21 capolisti a 94 km dal traguardo. L’Astana di Fuglsang si porta al comando del gruppo con la maglia rosa a tirare. Panini per i big della mixed zone, protagonisti Wilco Kelderman maglia rosa e il suo compagno di squadra Jai ​​Hindley (secondo assoluto a 12 “).

Ore 13.05 – McNulty

Tra gli attaccanti il ​​miglior piazzamento della classifica generale è l’americano Brandon McNulty, 14 ° a 33’12 “. Queste le parole del tecnico della Nazionale Davide Cassani sul Giro di Vincenzo Nibali.

13.00 – il gruppo

In testa al gruppo a tirare il ritmo ci sono l’Astana di Jakob Fuglsang e la Bahrain-McLaren di Pello Bilbao, entrambe possibili protagoniste delle salite di oggi. Queste le parole della maglia azzurra di Ruben Guerreiro prima del via.

12.53 – 103 al traguardo

7’14 “il vantaggio dei 21 latitanti quando mancano 103 km al traguardo. Si avvicinano le salite, oggi tre GPM in una tappa di oltre 3500 metri di dislivello.

12.48 – gli attaccanti

L’elenco completo dei 21 leader: Davide Ballerini, il danese Mikkel Honoré e il belga Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Andrea Vendrame e il francese Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), lo sloveno Jan Tratnik (Bahrain-Merida), Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè), il polacco Kamil Malecki (CCC), Elia Viviani (Cofidis), l’estone Tanel Kangert (EF), il francese Arnaud Démare e il connazionale Simon Guglielmi (Groupama-FDJ), Davide Cimolai (Israel Start -Up Nation), il britannico Matthew Holmes (Lotto Soudal), l’americano Brandon McNulty (UAE-Emirates), Davide Villella e lo spagnolo Einer Augusto Rubio (Movistar), l’eritreo Amanuel Gebreigzabhier, Matteo Sobrero (NTT), il francese Julien Bernard e Nicola Conci (Trek-Segafredo). Al traguardo volante di Saluzzo, il primo a passare è stato Arnaud Démare in maglia ciclamino davanti a Ballerini e Vendrame. Il francese è ora sicuro di rimanere in testa alla classifica a punti fino alla fine del Giro.

12.43 – 21 in fuga

A 111 km dal traguardo 21 corridori in fuga con 7’07 “di vantaggio sul gruppo maglia rosa.

Pioggia e polemiche

La 19a tappa della 103a edizione della corsa rosa è stata segnata da polemiche, con il percorso ridotto per la protesta dei corridori, preoccupati per il maltempo. Cerny esulta al traguardo di AstiMentre la classifica generale non è cambiata, Kelderman resta in testa con 12 “di vantaggio su Hindley e 15” su Geoghegan Hart. I big misureranno l’energia residua sulle salite della penultima frazione prima della cronometro finale.

Sentiero

Tappa alpina con oltre 3500 metri di dislivello, 190 km. La tappa Alba-Sestriere è stata modificata con l’annullamento di Agnello, Izoard e Monginevro, in alternativa ci sarà la tripla salita al Sestriere. Dopo una fase di avvicinamento da Alba a Pinerolo, inizia la lunghissima salita pedalabile per il primo passaggio a Sestriere (GPM di seconda categoria, non si supera il traguardo). Discesa a Cesana Torinese per salire al Sestriere passando per Sauze di Cesana. Quindi tagliamo il traguardo, GPM di prima categoria. Nuova discesa su Cesana Torinese per un secondo giro di circuito e arrivo in salita a Sestriere (ancora GPM di prima categoria).

Io grande

Wilco Kelderman (Sunweb) è primo in classifica generale con il compagno di squadra Jai ​​Hindley a 12 “e Tao Geoghegan Hart (Ineos) a 15”. Il primo degli italiani è Vincenzo Nibali, ottavo a 5’47 “.

Riscopri i personaggi e le tappe epiche della Corsa Rosa con le prime pagine storiche della Gazzetta dello Sport.

Barbara Matro

Barbara Matro

Linguista esperto e professionista della comunicazione con esperienza pluriennale lavorando su progetti di copywriting, transcreation, implementazione creativa e localizzazione per una vasta gamma di clienti e agenzie globali. Pensatore creativo, creativo e comprovata esperienza di lavoro sotto pressione con scadenze strette per soddisfare le aspettative del cliente e superarle. Spinto dallo spirito imprenditoriale, dallo scopo e dalla mentalità creativa per anticipare le esigenze del cliente e elaborare strategie personalizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *